Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Warcraft III: Reforged

Warcraft III: Reforged

La caduta di Arthas non è nulla in confronto alla caduta in disgrazia di Blizzard Entertainment.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Occasionalmente troviamo nuovi giochi che, in modo inaspettato, vengono accolti da molte critiche della community dei giocatori, al punto che dedicarvi una recensione formale sembra più che superfluo. Non è la prima volta che ci capita, almeno a noi di Gamereactor: si pensi a Metal Gear Survive, Fallout 76, Anthem. Purtroppo, a questa lista - e lo diciamo con grande dispiacere - si unisce anche Warcraft III: Reforged, che rappresenta anche l'ultimo capitolo di questo miserabile racconto.

Forse perché il contenuto reale del gioco - un nucleo di strategia in tempo reale senza tempo incentrato sul dramma di un gruppo di eroi, una campagna multitraccia e contenuti creati dagli utenti - è riconoscibile da molti, ma è difficile non parlarne senza tenere in considerazione le circostanze che hanno caratterizzato il suo lancio. Negli ultimi anni, Blizzard ha ripetutamente fatto commenti sfortunati, suscitando critiche. Ovviamente all'appello non manca la debacle di Diablo Immortal, una rivelazione che ha dimezzato il valore delle azioni della società. Da allora, anche Blizzard si è trovata sotto i riflettori dei media a seguito di un controverso evento in cui un vincitore di un torneo ha fatto dichiarazioni politiche, e, per tale ragione, sospeso dalla stessa compagnia. E ora a tutto questo si aggiunge Warcraft III: Reforged, che probabilmente fa ancora più male, vista anche la popolarità di questo gioco tra i fan.

Warcraft III: Reforged
Warcraft III: ReforgedWarcraft III: Reforged

Saremo onesti e non ci gireremo troppo attorno: Warcraft III: Reforged è una delusione di proporzioni epiche. A prima vista, il gioco sembra un remaster abbastanza innocuo con grafica rinnovata e nuova infrastruttura di rete. La facciata, tuttavia, si frantuma piuttosto rapidamente. Da dove vogliamo iniziare? Il gioco è afflitto da una caterva di problemi tecnici, l'interfaccia utente nostalgica sembra inutilmente desolante, e gli aggiornamenti grafici appaiono poco curati e imprecisi nell'universo del gioco e le opzioni online sono state ridotte al minimo assoluto.

Warcraft III fa appello ai giocatori per una serie di motivi, ma distinguiamo tra le sue categorie o giocatori. Innanzitutto, ci sono i fan dell'universo dell'avventura e quindi della ricca trama e galleria di personaggi della campagna. Questo gruppo rimarrà deluso poiché la nuova versione non è certo una rivisitazione emozionante, ma piuttosto una vecchia campagna con una grafica leggermente ritoccata. I miglioramenti visivi non sono nemmeno buoni perché il livello di dettaglio del gioco oscilla notevolmente, facendo in modo che le unità nel gioco non si armonizzino con le altre come accadeva un tempo nell'originale.

È chiaro che alcuni aspetti sono stati modificati mentre molti altri aspetti sono rimasti intatti. La stessa campagna, che, tra le altre cose, raffigura l'esodo di Thrall dai regni orientali a Kalimdor e la tragica caduta in disgrazia di Arthas Menethil, è un aspetto importante su cui lavorare. Purtroppo, però, abbiamo riscontrato che entrambi gli archi della campagna sono stati danneggiati attorno alla terza e alla quarta missione. Un problema terribile, questo è certo.

Warcraft III: ReforgedWarcraft III: Reforged
Warcraft III: ReforgedWarcraft III: Reforged

Il secondo gruppo è composto da coloro che amano rimbalzare l'un l'altro in letali partite online in cui strategia e velocità sono il cuore pulsante dell'esperienza. Attende loro una dimensione online mediocre. Qui abbiamo un semplice modulo in cui uno può fare la coda per scontrarsi con altri giocatori senza classifiche o opzioni di filtro di ricerca perfezionate. Non è stato fatto molto per rendere le brutali partite online più accessibili anche ai principianti o ai veterani arrugginiti. La ripubblicazione autunnale di un altro classico dei giochi di strategia, vale a dire Age of Empires 2, non è stata pubblicata senza difficoltà, ma gli sviluppatori avevano effettivamente aggiunto un modulo di allenamento semplice ma inestimabile come trampolino di lancio al frenetico aspetto online del gioco.

Il terzo gruppo è, ovviamente, quello dei giocatori che hanno amato (e si spera ancora possano amare) Warcraft III per i suoi contenuti creati dagli utenti e gli strumenti che sono stati resi disponibili proprio per quello scopo. Per questo gruppo, l'accordo più restrittivo con l'utente e le implicazioni non solo degli aspetti finanziari e legali, ma anche degli aspetti creativi e sociali, non mancheranno di dare qualche delusione. Siamo contenti di aver potuto ancora una volta scherzare su Wintermaul e Tower Wars, concept di gioco che sono stati concepiti nell'originale Warcraft III. Quante modifiche di gioco nuove, memorabili e interessanti creeranno gli utenti in Reforged? Non molte, crediamo.

Warcraft III: Reforged
Warcraft III: Reforged

Per riassumere; Warcraft III: Reforged deluderà ogni gruppo di fan, dalla falsa pubblicità e mediocri aggiornamenti grafici a problemi tecnici e accordi con gli utenti che limitano la creatività. Possiamo sicuramente ancora lodare, onorare e amare il gioco per il nucleo inconfondibilmente fenomenale che esiste ancora sotto tutte le macerie di promesse non mantenute, ma è tutto lì. La parte del gioco che quasi due decenni dopo il suo lancio iniziale è stato ripubblicato in cattive condizioni conserva ancora un certo fascino. È molto diverso da ciò che Blizzard avrebbe potuto esprimere.

Warcraft III: Reforged

Warcraft III: Reforged è un prodotto che delude sotto ogni aspetto e siamo davvero dispiaciuti a scriverlo in questa recensione. Il titolo è una riedizione vuota di uno dei giochi più importanti e di alta qualità della sua generazione. Questo gioco ha davvero contribuito a permettere a Blizzard di spiccare anni fa, e questo remaster non gli affatto rende giustizia. È un doppelganger debole e le sue aggiunte sembrano inadeguate e le sue imperfezioni imperdonabili. Se Warcraft III: Reforged fosse stata una vera copia dell'originale con una risoluzione più elevata e un frame rate maggiore, il risultato sarebbe stato almeno sufficientemente pratico, anche se non ambizioso, di rimettere in pista il gioco.

Al momento, Warcraft III: Reforged non offre neanche quello. È un'occasione sprecata per reintrodurre un vecchio classico a vecchi e nuovi giocatori e, soprattutto, un'occasione persa per ripulire l'amaro progressivamente più cattivo che le azioni dell'editore hanno lasciato nelle nostre bocche negli ultimi due anni.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Warcraft III: Reforged
Warcraft III: ReforgedWarcraft III: Reforged

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
03 Gamereactor Italia
3 / 10
+
L'esperienza di base è ancora piuttosto presente
-
Non sembra Warcraft III, grafica ruvida, nessuna ambizione, questo remaster non è degno del nome Warcraft.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto