Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Yooka-Laylee

Yooka-Laylee

Se siete fan di Banjo e Kazooie, allora non vedrete l'ora di conoscere Yooka e Laylee...

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Playtonic è uno studio formato da ex sviluppatori di Rare, noti per (tra le altre cose) il loro lavoro su Banjo-Kazooie all'epoca di Nintendo 64. Il loro ultimo gioco, Yooka-Laylee è nato come idea nel 2012, prima di approdare con una campagna Kickstarter nel 2015, che è stata un successo. Dopo due anni, è finalmente arrivato il momento del lancio, e, come previsto (e come viene ampiamente commercializzato), si tratta di un moderno successore spirituale di Banjo-Kazooie, un aspetto che è molto chiaro fin dall'inizio.

Per farvi una breve premessa prima di iniziare, la trama di Yooka-Laylee ha come protagonista Yooka, una lucertola, e Laylee, un pipistrello, il cui speciale libro magico è stato loro sottratto da Capital B, un'ape, e Dr. Quack, un'anatra in un barattolo (per qualche motivo). Il loro viaggio alla ricerca del libro li vedrà raggiungere Hivory Towers, il quartier generale di Capital B, per trovare le pagine (Pagies, e l'equivalente di Jiggies di Banjo-Kazooie) del libro magico, prima di riuscire a farsi restituire il libro.

Quello che forse lega maggiormente Yooka-Laylee e Banjo-Kazooie è il loro stile visivo. Se Banjo-Kazooie era un insieme di coloratissimi poligoni squadrati, Yooka-Laylee è un gioco più definito e più curato, ma comunque coloratissimo. Dai verdi lussureggianti Tribalstack Tropics alle superfici luminose di Capital Cashino, tutto in Yooka-Laylee è spettacolare, con personaggi e oggetti molto dettagliati che popolano questi ambienti. Ci sono occasioni in cui alcuni bei dettagli rivelano un po' di pixelation, ma dovreste stare davvero a cercarli, anche perché sono pochi e sporadici. Questo, comunque, non toglie il fatto che Yooka-Laylee sia uno dei migliori platform 3D a cui abbiamo mai giocato.

Il gioco contiene cinque "tomi" da esplorare (i cinque mondi del gioco, ognuno dei quali deve essere sbloccato), così come un'area di partenza, e il mondo hub di Hivory Towers. Questi mondi possono poi essere espansi utilizzando le pagies che permettono di aggiungere contenuti, oltre ad offrire maggiori opportunità per raccogliere ulteriori pagies, un espediente che abbiamo trovato una funzione utile, soprattutto perché in questo modo non si viene sopraffatti dalla quantità di cose da fare fino a quando non si entra nel tomo.

Yooka-Laylee

A proposito del modo in cui riempire questi tomi (o mondi), alcuni potrebbero trovarli un po' vuoti, in quanto ci si imbatte in gigantesche aree riempite solo con pochi nemici, ma state tranquilli, non dovremo percorrere chilometri e chilometri per spostarci da un posto all'altro. Abbiamo trovato queste aree grandi abbastanza da tenerci occupati, ma al contempo anche piccoli abbastanza da non perderci mentre eravamo alla ricerca delle pagies; ma se volete trovare tutto, ma proprio tutto in questi tomi (compresi i collezionabili segreti come i Ghost Writers, i token arcade, e altro), dovrete mettervi davvero di buona lena.

In ognuno di questi mondi c'è anche Trowzer, un serpente che vi venderà abilità in cambio di piume, anche se alcune di queste vi verranno date gratuitamente. Queste abilità vi permettono di completare sfide, raggiungere diverse aree, e in generale rendervi la vita più facile, e mantengono costantemente fresco e variegato il gameplay grazie all'introduzione continua di elementi, un aspetto che abbiamo molto apprezzato. Inoltre, dà voi un motivo in più per rivisitare aree precedenti a cui non si poteva accedere prima. Queste abilità includono un boom sonico per stordire i nemici e distruggere oggetti, effettuare attacchi e molto altro.

Un'abilità fantastica, che si sblocca solo nella seconda metà del gioco, è quella del volo. Non scivolare, ma proprio volare. Pensiamo che sia un'aggiunta un po' insolita in quanto vi permette di evitare completamente alcune delle sezioni platform volandoci semplicemente volare sopra, che non è necessariamente una cosa negativa, ma ci è sembrata comunque un po' strana, in quanto rende il gioco molto più facile. Inoltre, la barra di potenza che si scarica quando si utilizzano determinate abilità, si scarica molto lentamente durante il volo, quindi potete usarla praticamente per arrivare ovunque.

Nel complesso, però, queste abilità funziona molto bene, come il resto del gameplay, producendo la classica formula del platform 3D. Ci è sembrato fluido e reattivo, e ciò che in Banjo-Kazooie sembrava piuttosto goffo (saltare in alto era un'impresa, se lo ricordate), qui tutto è più veloce e facile da usare.

Yooka-Laylee
Yooka-Laylee

Non ci sentiamo di classificarlo come gioco facile nel suo complesso, però. Ovviamente è adatto alle famiglie, ma per raccogliere un sacco di pagies viene richiesto un po' di impegno in più, e in alcune sfide ci vengono richieste un sacco di abilità e tempi da battere (non meno di tutti l'ultimo boss, con i suoi tantissimi stage). Non aspettatevi di trovare le varie pagies in tutta fretta, perché alcune saranno davvero difficili da recuperare.

C'è un altro motivo per cui non andrete molto di fretta in Yooka-Laylee. Nel gioco ci sono in totale 145 pagies (25 per ogni tomo, e 20 nel mondo hub), e quando si raggiunge la porta per affrontare il boss finale, avrete bisogno di 100 di queste per riuscire ad accedere. Se avete raccolto le pagies per quello stretto necessario per avanzare, allora è probabile che dovrete rivisitare ciascun mondo per recuperarne altre (come abbiamo scoperto a nostre spese, tra l'altro - abbiamo impiegato sei ore a raggiungere la porta, ma altre quindici per riuscire ad aprirla), ma se siete bravi e amate i completamenti al 100%, questo non dovrebbe essere un problema per voi.

Tecnicamente, Yooka-Laylee si è comportato molto bene nella maggior parte dei casi, ma non mancati alcuni "scivoloni" piuttosto evidenti. Per esempio, ogni tanto il gioco non risponde per una frazione di secondo, e le schermate di caricamento non sono mai state fluide, e anche se questo aspetto non mai realmente compromesse la nostra esperienza di gioco, resta comunque un aspetto che non ci ha entusiasmato per niente.

Yooka-Laylee

L'aspetto per cui Yooka-Laylee si distingue, però, è la sua atmosfera, il suo fascino, il suo umorismo; in pratica tutto ciò che aveva reso Banjo-Kazooie così popolare. Come il vecchio gioco per Nintendo 64, tutto ciò che concerne i dialoghi sono borbottii e rumori, che sarà una delizia per coloro che giocano al titolo con una certa dose di nostalgia nel cuore, e anche la parte comica è davvero ottima. Ci sono giochi di parole ovunque, si rompe spesso la quarta parete, e tante cose (come, per esempio, i DLC a pagamento) sono argomento costante di battute. La bellezza di tutto questo è che ci sono battute adatte sia ai bambini sia agli adulti, e questo dimostra che Playtonic non mira solo ad accontentare il pubblico di giocatori adulti che non vedono l'ora di giocare al successore spirituale di Banjo-Kazooie, ma hanno fatto in modo di fare breccia anche nel cuore dei nuovi giocatori. L'umorismo sagace di Laylee e quello più sensato di Yooka si sposano perfettamente tra loro, e gli sviluppatori hanno fatto davvero un buon lavoro nel realizzare i vari personaggi interessanti che incontrerete lungo il vostro percorso.

Per quanto concerne l'apparato audio del gioco, non possiamo che fare un nuovo confronto con Banjo-Kazooie, in quanto i jingles di Yooka-Laylee sono altrettanto contagiosi. Ogni mondo ha una propria melodia che, garantito, vi resterà in testa per giorni, e questo purtroppo ha un rovescio della medaglia: se restate bloccati per un po' nel mondo di gioco, rischierete di trovarla un po' fastidiosa. Anche i suoni della telecamera quando zoomma in avanti e indietro colpisce diretto il nervo scoperto della nostalgia, e questo senza dubbio lo abbiamo apprezzato.

C'è un'altra cosa che vogliamo sottolineare, e che ci ha infastidito notevolmente a volte, ossia l'assenza di un pulsante di riavvio in determinate attività. Quando si giocano le sfide Kartos, per esempio, si arriva a un punto in cui sai che non puoi andare avanti, ma bisogna restare nel carrello fino a quando non si muore o si arriva alla fine, senza riuscirci. Un semplice pulsante di riavvio avrebbe risolto questo problema sin dall'inizio, e sarebbe stato gradito durante alcune delle sezioni più difficili.

Molti si sono chiesti se Yooka-Laylee sia pensato solo per coloro che provano nostalgia nei confronti di quei titoli che hanno giocato 20 anni fa, quando i platform 3D erano probabilmente al massimo del loro splendore, ma ci permettiamo di dissentire, e che questo titolo, in realtà, nasconde molto ma molto di più. È molto ben curato nei dettagli, e senza dubbio ricorda Banjo-Kazooie per molti aspetti, ma come pacchetto complessivo si rivolge a grandi e piccini, indipendentemente dalla loro esperienza con i platform 3D. C'è molto da fare, molto da trovare, e un sacco di risate, il tutto racchiuso in un'avventura ben progettata e rifinita, e per questo si merita di essere lodata.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Yooka-LayleeYooka-LayleeYooka-Laylee
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
La grafica è curatissima e molto colorata; I personaggi sono fantastici; Le battute sono divertenti e coinvolgenti; Il gameplay è fluido e responsivo; Il mondo di gioco offre tante cose da fare.
-
Alcuni dettagli occasionalmente pixelati; Schermate di caricamento scattose; Manca il pulsante di riavvio per le attività;
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Yooka-LayleeScore

Yooka-Laylee

RECENSIONE. Scritto da Sam Bishop

Se siete fan di Banjo e Kazooie, allora non vedrete l'ora di conoscere Yooka e Laylee...

Caricamento del prossimo contenuto