Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Zombie Army 4: Dead War

Zombie Army 4: Dead War

Rebellion punta ad un altro sparatutto cooperativo pieno di zombi, mentre i servi non morti di Hitler sono di nuovo in aumento.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

A prima vista, non c'è nulla di innovativo in Zombie Army 4: Dead War. Gli shooter ambientati all'epoca della Seconda Guerra Mondiale sono oramai tantissimi, anche gli zombie sono un elemento molto ricorrente in molti titoli al giorno d'oggi e la sopravvivenza in cooperativa contro ondate di nemici praticamente infiniti è un trucco già utilizzato a palate in passato. Eppure nulla di tutto ciò impedisce al nuovo sparatutto di Rebellion di essere comunque molto divertente, e lo studio britannico ha ancora una volta creato un gioco che offre un sacco di elementi interessanti nonostante indossi un'uniforme nazista consumata dal sangue.

Il tema è più forte della storia, che è in gran parte ridondante al di là degli obiettivi immediati con cui devi confrontarti. Puoi tranquillamente saltare ogni scena e parlare sopra ogni linea di dialogo, e ti divertiresti comunque un bel po' a far esplodere cervelli di infetti nei modi più creativi possibili. Sempre più spesso sei indirizzato nella giusta direzione e devi uccidere qualsiasi cosa si frapponga tra te e il tuo prossimo obiettivo. Ci sono variazioni sul tema sul modo in cui raggiungere questo obiettivi, come luoghi specifici da difendere o semplici quest di recupero, ma il punto è che Dead War non è un'avventura narrativa.

Zombie Army 4: Dead War

E a noi sta benissimo, perché Zombie Army 4 non parla di momenti toccanti con una volontà di redenzione, nei di rapporti tra compagni d'armi; lo sparatutto in terza persona di Rebellion parla di stupide pistole, raccapriccianti uccisioni a raggi X e frenetiche battaglie in cui si fronteggiano ondate apparentemente infinite di zombi nazisti. Nel corso di una campagna composta da nove missioni, i giocatori vengono portati in tour in giro per l'Europa degli anni '40, in cui devono combattere sui ponti di Venezia, farsi strada attraverso uno zoo croato, schivare ruscelli di lava sul Vesuvio e combattere fino a raggiungere Roma.

Lo scenario in continua evoluzione è portato in scena in modo raccapricciante da un cast crescente di nemici non morti, anche se nel frattempo vengono aggiunte nuove minacce con regolarità per tenerti sempre sulle spine. Gli zombi di rango presto fanno spazio ai "Creeper" che si muovono strisciando velocemente sul pavimento, enormi "Metal Giant" con elmetti antiproiettile che possono infliggere una gran quantità di dolore e i "Generali" che esplodono come attentatori suicidi e resuscitano i morti. Ci sono persino squali zombi. Sì, hai letto bene. Tutto sommato, è una miscela davvero buona di nemici e quella varietà richiede un adattamento costante da parte del giocatore. Non si tratta solo di tenere a bada l'orda, poiché ci sono anche una manciata di nemici a distanza, con proiettili, granate, fanghi tossici e teschi fiammeggianti che ti sbarrano il cammino.

Zombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead War

Le missioni sono abbastanza lineari, ma i livelli sono abbastanza grandi da consentire a Rebellion di nascondere le cose fuori dai sentieri battuti ed è consigliabile tenere gli occhi aperti mentre giochi perché ci sono un sacco di modifiche e aggiornamenti utili per le armi da trovare, oltre a un mucchio di oggetti da collezione se sei il tipo di persona che ama cercare tesori in ogni angolo. Inoltre, i livelli stessi hanno un aspetto fantastico, e mentre Dead War non è il gioco più impressionante che abbiamo mai visto in termini di fedeltà grafica, c'è un sacco di narrativa ambientale ovunque tu guardi e il design visivo complessivo è forte.

Uno dei nostri aspetti preferiti del gioco sono le armi. Vista come la serie è nata da Sniper Elite e la continua dipendenza dalla gory-cam radiografica a raggi X, non sorprende che la tua arma principale sia un fucile, ma puoi integrarla con un'arma secondaria (abbiamo alternato tra un Thompson e la Trench-Gun) e una pistola. Ogni arma ha tre slot di aggiornamento e mentre giochi ed esplori, potrai migliorare il danno, la stabilità e le dimensioni del caricatore. Più divertenti sono le mod di armi che ti danno cose come munizioni esplosive e proiettili caricati elettricamente, con potenziamenti temporanei e sblocchi permanenti disponibili.

Il tuo arsenale è integrato da una gamma di armi pesanti specifiche per la missione e da una raccolta di esplosivi di cui puoi fare scorta quando visiti le diverse stanze sicure del gioco. Ci sono una serie di granate e trappole a disposizione che ti aiutano a contrastare l'orda mentre si trascina incessantemente verso di te e i tuoi compagni. Rebellio amplia con costanza la sua cassetta degli attrezzi nel corso degli anni, e Zombie Army 4 è forse la migliore offerta dello studio in questo senso - il tema degli zombi ha davvero permesso agli sviluppatori di divertirsi rispetto a quanto hanno fatto, ad esempio, con le atmosfere più cupe e drammatiche di Karl Fairburne, il protagonista di Sniper Elite, nelle sue altre avventure.

Zombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead War

A proposito del nostro vecchio amico Karl, è uno dei quattro personaggi giocabili disponibili al lancio. Il cecchino d'élite è affiancato dal vecchio alleato Boris, oltre ai nuovi arrivati Jun e Shola, e con quest'ultimo abbiamo giocato per la maggior parte della campagna. Come le loro armi, questi personaggi possono essere migliorati tramite nuovi bonus passivi che vengono sbloccati in determinati punti, sebbene non sia il sistema di progressione più efficace che abbiamo mai incontrato prima. Fa abbastanza, però, e tra uno scontro e l'altro, puoi armeggiare con la tua build e cambiare il tuo loadout con un ragionevole grado di autonomia.

Indipendentemente dal personaggio che interpreti, una cosa è certa: ucciderai molti zombi. Il suddetto fucile da cecchino è l'arma a distanza per eccellenza, ma dovrai cambiarla regolarmente con qualcosa di adatto agli incontri più ravvicinati. Quando i non morti alla fine si avvicinano abbastanza da colpirti - cosa che può accadere troppo spesso se passi troppo tempo a fissare il cannocchiale - ci sono un paio di cose che puoi fare. In primo luogo, c'è un attacco da mischia piuttosto privo di senso (avevamo un pugno elettrico equipaggiato per la maggior parte del tempo), ma i giocatori sono anche incoraggiati a restare fermi per recuperare salute a sufficienza per l'esecuzione di raccapriccianti takedown da mischia.

Quando non stanno marciando su Roma, i nostri eroici assassini di zombi possono impegnarsi nella modalità Orda basata su ondate. Qui puoi combattere i non morti attraverso mappe più mirate che si espandono mentre nuove aree che si sbloccano nel tempo. Ad ogni ondata completata, vengono introdotti nuovi nemici più letali, e la difficoltà aumenta di gravità più a lungo rimani in vita. Ancora, non è nulla di rivoluzionario, ma completa l'offerta e offre ai giocatori un ulteriore motivo per tornare a giocare una volta conclusa la campagna.

Nonostante sia l'evoluzione di un concept familiare, Zombie Army 4: Dead War è un gioco di qualità con alti valori produttivi. Il gunplay è eccezionale e abbiamo particolarmente apprezzato le mod folli pensate per le armi. Ci è piaciuta anche la varietà dei nemici, che è abbastanza diversificata da facilitare interessanti possibilità di gameplay e a rendere più tattico un esercizio altrimenti semplice di stragi di nazisti zombie. Il fatto di poter condividere tutto questo con un massimo di tre amici in cooperativa è solo la ciliegina sulla torta.

Zombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead War
Zombie Army 4: Dead WarZombie Army 4: Dead War
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Bello e divertente da giocare; Un sacco di nemici diversificati; Le mod delle armi sono molto carine; Una buona modalità Orda.
-
Elementi narrativi facilmente dimenticabili.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Zombie Army 4: Dead WarScore

Zombie Army 4: Dead War

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

Rebellion punta ad un altro sparatutto cooperativo pieno di zombi, mentre i servi non morti di Hitler sono di nuovo in aumento.



Caricamento del prossimo contenuto