Italiano
Gamereactor
preview
Aliens: Fireteam Elite

Aliens: Fireteam Elite - Provato

Abbatti orde di feroci xenomorfi nei panni di un Colonial Marine nella versione di Cold Iron Studios dell'iconico franchise horror.

Alien è uno di quei marchi iconici che non ha avuto altrettanti videogiochi fantastici. Certo, il più recente, Alien: Isolation è un'esperienza horror davvero notevole, ma poco prima c'è stato Aliens: Colonial Marines e Aliens vs. Predator. È stata dura. Ma Cold Iron Studios sta cercando di scrollarsi di dosso questo stigma, visto che sette anni dopo il debutto di Isolation, si preparano a lanciare Aliens: Fireteam Elite, uno sparatutto in terza persona cooperativo che vede i giocatori assumere la posizione di un Marine coloniale inviato a svolgere missioni in territori infestati dagli xenomorfi. Ho trascorso un po' di tempo a giocare per farmi un'idea di cosa accadrà, e ho alcuni pensieri sparsi.

Prima di tutto, è difficile dire quale sia la trama di questo gioco, poiché la mia esperienza con la build di anteprima mi ha richiesto di creare un personaggio e poi mi ha praticamente catapultato nel gameplay. Non c'era nemmeno un tutorial. Mi sono sentito come un puledro appena nato, gettato nel mondo e mi aspettavo di camminare in pochi minuti, altrimenti la morte era praticamente quasi certa. Certo, il gameplay è piuttosto semplice e facile da capire, ma qualche avvertimento qua e là sarebbe stato gradito.

Ma comunque, il gameplay. In poche parole, posso probabilmente dare un'immagine generale di cosa sia questo gioco: è essenzialmente una modalità orda, tranne per il fatto che anziché nasconderti dietro coperture devi avventurarti lungo un livello per completare una serie di obiettivi. In effetti, basandosi sull'idea della modalità orda, il gioco funziona in modo abbastanza simile a Gears of War, poiché il gameplay di questo sparatutto in terza persona è notevolmente simile alla serie di The Coalition. Il movimento è un po' pesante, ma il gunplay è reattivo e il game design reale ti vede fondamentalmente spingerti contro ondate di xenomorfi, di centinaia di dimensioni, per arrivare alla conclusione di una missione.

Questo stile di game design offre un'esperienza unidimensionale da quello che ho visto. Non sembra esserci molta profondità oltre a camminare lungo corridoi stretti, massacrando diverse varianti di Xeno carnivori lungo la strada, e sebbene sia certamente avvincente, la longevità mi preoccupa un po'. Questo non è aiutato dallo stile di combattimento utilizzato da Aliens: Fireteam Elite, che reclama uno stile di gioco cooperativo. Quindi, nonostante il fatto che esista l'opzione per giocare da soli, non otterrai davvero una grande idea di ciò che offre senza un paio di marine fidati al tuo fianco.

Aliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam Elite

D'altra parte, sembra esserci una vasta gamma di opzioni personalizzabili. Il sistema di creazione del personaggio è piuttosto ampio: ci sono più classi che dispongono di armi e abilità uniche (che si tratti del Doc di supporto o dell'esplosivo Demolisher), un sacco di armi dall'universo Alien da sbloccare, potenziare e impugnare, e puoi persino usare le Challenge Card per cambiare la difficoltà di una missione (ne parlerò un po' più avanti tra un momento). Aggiungi questo al fatto che ci sono diversi tipi di Xenomorfo, inclusi gli Spitter acidi e gli imponenti Guerrieri, che non esiteranno ad ucciderti nei modi più brutali, e avrai molti modi diversi per goderti il titolo, anche se il game design principale è incentrato principalmente sul viaggio verso un waypoint, difendendo orde di creature mortali lungo il percorso.

Questo è esattamente il motivo per cui le carte Sfida sembrano piuttosto importanti, poiché a parte un'opzione di difficoltà, l'unico modo per cambiare davvero il gameplay è selezionare una di queste carte che può renderti la vita più difficile (magari limitandoti a solo un'arma da fianco come arma), o più facile (facendo colpire più forte le tue granate, per esempio). Ad ogni modo, evidenzia ancora una volta il fatto che questo gioco è piuttosto unidimensionale e se stai cercando un videogioco Alien che abbia una certa profondità narrativa o cerchi di distinguersi dalla formula tipica che vista di recente in Colonial Marines - non lo sarà. Sembra essere solo un gioco survival sparatutto in cui spari religiosamente con una pistola per venti minuti fino a quando non arrivi alla fine del livello o muori provandoci - non che sia intrinsecamente una cosa negativa, semplicemente non è esattamente ingegnoso.

Puoi contare su un gameplay ben fatto (mi sono imbattuto solo in alcuni bug molto minori nella build di anteprima) che ti coinvolgeranno per un po'. Cavolo, ti metterà alla prova anche in modo piuttosto significativo se aumenti la difficoltà e colpisci una carta. Ma, dopo anche solo tre ore, mi sembrava di aver già visto e fatto tutto, mi sembrava di aver compreso completamente l'essenza del gioco, e per questo motivo non sono del tutto convinto da Aliens: Fireteam Elite ancora.

Aliens: Fireteam Elite
Aliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam Elite

Testi correlati

Aliens: Fireteam Elite - Provato

Aliens: Fireteam Elite - Provato

PREVIEW. Scritto da Ben Lyons

Abbatti orde di feroci xenomorfi nei panni di un Colonial Marine nella versione di Cold Iron Studios dell'iconico franchise horror.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.