Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
testi gadget

ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC

"Se state puntando alle stelle, questa è certamente la scheda grafica che fa per voi."

L'avvento della generazione Turing delle schede video GeForce, ribattezzate RTX, ha dato una ventata di aria fresca al mercato, da tempo bloccato sulla serie 10 e sostanzialmente reso impraticabile dal mining delle criptovalute, che ha fatto decollare i prezzi di schede non più adatte ad affrontare le sfide lanciate dalla realtà virtuale e, soprattutto, dal gaming in 4K. Così, con l'arrivo della serie 20, il mercato si è rimescolato e abbiamo potuto finalmente accedere a una nuova serie di schede dalle caratteristiche interessanti e dai prezzi ancora alti, ma certamente più in linea con le performance offete.

ASUS ha pensato bene di introdurci al mondo delle schede RTX dalla porta principale, lasciandoci provare per qualche settimana la sua GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC. Non il top di gamma, ma una scheda di altissimo livello (e dal prezzo piuttosto elevato, che si colloca attorno agli 800 euro nel momento in cui scriviamo).

In primo luogo, non si può parlare di serie RTX senza citare la vera novità di questa generazione, il ray tracing. Questa è una tecnologia che consente un sostanziale miglioramento degli effetti di illuminazione nel gioco: in breve, il ray tracing simula il modo in cui la luce interagisce con le diverse superfici virtuali, offrendo un senso generale di immersività migliorato, con riflessi realistici e una maggiore profondità della luce. Il ray tracing è particolarmente efficace sulle superfici d'acqua, dove si possono mettere in scena le tipiche distorsioni dei riflessi che, un tempo, non potevano essere calcolate in tempo reale durante il gioco. Attualmente la tecnologia è acerba, e solo un numero ridottissimo di prodotti la sfrutta pienamente (uno su tutti: Battlefield V). In ogni caso, si tratta del futuro della grafica 3D che Nvidia ha reso disponibile al grande pubblico proprio grazie a questa nuova serie di schede video.

ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC

La ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC è una scheda ad alto profilo (slot 2.7) piuttosto ingombrante: parliamo di una dimensione più ampia delle schede 1080 che, in alcuni casi, vi constringerà a "prendere le misure" prima di poterla agilmente inserire nel vostro case. La dimensione più ampia, tuttavia, garantisce una migliore dissipazione del calore: nonostante la 2080 sia una scheda sensibilmente più avida di risorse energetiche rispetto, ad esempio, alle sorelline minori 2070 e 2060, questa ASUS ROG con le sue tre ventole dotate di tecnologia antipolvere non scalda mai troppo, e addirittura si concede il lusso di lavorare solo con il dissipatore passivo (cioè a ventole spente) in tutti i momenti di non utilizzo. Ne risulta un setup silenziosissimo, che non ha mancato di sorprenderci dato che siamo riusciti a lavorare a ventole spente per la maggior parte del tempo anche con giochi come Overwatch.

Dotata di tecnologia ASUS AURA, questa scheda è riconosciuta istantaneamente dal software di controllo LED RGB della casa taiwanese, e permette di personalizzare l'illuminazione del vostro case con pochi semplici click. Inoltre, i connettori sul dorso della vostra scheda consentono di collegare le ventole alla scheda madre, in modo che la gestione del flusso d'aria possa essere variato in funzione della temperatura del sistema. Un'idea, questa, che non abbiamo testato preferendogli l'ottimo software integrato (facilissimo da configurare, dato che permette di selezionare il tipo di modalità d'uso della scheda con un semplice click, passando da "standard" a "performance" in una manciata di secondi).

ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC

A livello di connettività, la scheda giunge con due Display Port 1.4, due HDMI 2.0b e, ovviamente, l'attacco Virtual Link per la realtà vrituale. La ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC, come tutte le schede Nvidia, supporta la funzione G-Sync per la sincronizzazione con i monitor compatibili, ma - grazie alla recente apertura da parte di Nvidia - è possibile sfruttare anche la tecnologia FreeSync di AMD presente su innumerevoli monitor gaming, anche di fascia medio-bassa. Naturalmente non tutti i monitor FreeSync sono ufficialmente compatibili, ma il sistema sembra funzionare correttamente su gran parte dei pannelli presenti sul mercato.

A livello di performance la scheda non delude, sebbene ci saremmo aspettati un divario molto più marcato con la generazione precedente. In ogni caso, in 4K siamo riusciti a mantenere un frame rate superiore a 60fps su tutti i giochi che abbiamo testato, scendendo a compromessi solo su alcuni giochi di generazione più vecchia, evidentemente non ottimizzati per l'ultra alta definizione. Nel complesso, dunque, la ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC è una scheda di straordinario livello ed è ragionevolmente una delle scelte top per i gamer più esigenti. Il prezzo è indubbiamente proibitivo, ma il valore offerto da questa ASUS ROG è molto elevato. Se state puntando alle stelle, questa è certamente la scheda grafica che fa per voi.

ASUS GeForce RTX 2080 ROG STRIX OC
09 Gamereactor Italia
9 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi


Caricamento del prossimo contenuto