Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
articoli
Batman: Arkham City

Batman: Arkham City

Gotham: un posto infernale per farsi un nome. Con i detenuti liberati dal manicomio e il paesaggio urbano gotico, Batman ha davanti a sé un lavoraccio. Ma non sarà solo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Ci vogliono le palle d'acciaio per vestirsi di kevlar nero, avvolgersi in un mantello attillato e lanciarsi di tetto in tetto con una corda sottilissima.

Non servono le palle, invece, per acquisire una licenza sommersa da montagne di fango per quasi due decenni e ripulirla - il passato di Batman nei videogiochi, ricordiamo, è disseminato di titoli mediocri, di ottime idee diventate spazzatura. Fino a quando non è arrivato Arkham Asylum.

Con un'intera città da percorrere, il sequel di Arkham Asylum promette di essere ancora più ricco del primo.

Batman: Arkham City
With an entire city to run around, the sequel promises to be more expansive than the first.

Eppure Rocksteady è riuscita in tre, forse quattro imprese impossibili. Ha creato un ottimo titolo su licenza, una cosa più unica che rara. In secondo luogo, ha creato il miglior titolo di Batman nella storia dei videogiochi, ma ha anche sviluppato uno dei migliori giochi di questa generazione. E siamo a tre. Quattro: la squadra londinese ha reso il sequel di Asylum, Batman: Arkham City, uno dei titoli più attesi del prossimo anno.

Ognuno dei punti di cui sopra, se preso singolarmente dovrebbe sorprenderci. Ma insieme? Rocksteady non solo ne è orgogliosa, probabilmente se ne vanta. Ci immaginiamo David Attenborough intento a fare monologhi in merito all'ascesa della sua azienda, partita dal nulla e arrivata in cima alle vette dell'industria videoludica.

Ma quando sei lassù, è anche facile cadere. È per questo che siamo molto felici di dire che, fino ad ora, Rocksteady sta lavorando su questa licenza in modo superbo.

Batman: Arkham City
Gangs will be visually affiliated for whatever villain they work for.

"Il secondo album è sempre il più difficile", si dice. Lasciamoci questo detto alle spalle: Batman manterrà tutte le sue mosse e i gadget del primo gioco - non sarà privato di tutta la sua tecnologia e gettato nella mischia attraverso qualche incidente mal concepito all'inizio del gioco. Rocksteady, invece, espanderà l'elenco delle mosse disponibili che si evolveranno in modo naturale. Quindi ci saranno tante bat-corde ad attraversare i cieli della città, così come la capacità di arrampicarsi e oscillare verso il basso lanciandosi in un punto preciso resterà inalterata.

Le gang saranno visivamente riconoscibili, a seconda del criminale per cui lavorano. La città sarà grande, ed è facile chiedersi se Batman avrà la necessità di muoversi con ali, ruote o con entrambe. Beh, gli sviluppatori non hanno confermato né smentito, ma in una recente intervista si è ammesso che sia la Batmobile che il Batwing potrebbero apparire nel sequel, sebbene Batman non avrà la possibilità di sedervici per tutta la durata del gioco. Rocksteady vuole che sia lo stesso Batman ad "essere il veicolo definitivo" che, pur sembrando uno slogan orribile per un reality show, mostra come gli sviluppatori abbiano ancora le idee molto chiare in merito al gioco.

Batman: Arkham City
attach ropes between buildings and swing down to takeout thugs.

Ancora una volta, ci saranno modifiche ed evoluzioni. L'uso della stupenda Detective Vision, che permetterà di seguire gli indizi e il bat-visore, sono stati resi più vari questa volta, per rompere la monotonia riscontrabile nel titolo originale. Sarà possibile così individuare potenziali informatori in una folla di teppisti, tutti ridisegnati - come detto - per mostrare visivamente la loro appartenenza a un particolare clan di un super-cattivo.

Gli informatori rilasceranno indizi su ciò che sta accadendo in nel perimetro di Arkham City che, oltre a guidarci nella missione principale, amplieranno completamente le quest secondarie. Non è ancora chiaro se avremo fra le mani un vero titolo sandbox, ma finché Rocksteady manterrà inalterati l'umore e l'atmosfera del giustiziere mascherato saremo troppo impegnati a fracassare i crani dei cattivi Batman per preoccuparcene.

Batman: Arkham City

Ci sarà anche posto per qualche alleato indesiderato. Catwoman è stata svelata sin dal primo annuncio del gioco, e data la sua agilità fisica e la frusta, non è chiaro se la prosperosa gattina vestita di pelle possa diventare realmente un personaggio giocabile, sia in una quest secondaria sia come personaggio aggiuntivo in una eventuale modalità cooperativa. Lo sviluppatore ha preferito non commentare le voci in merito alla questione.

Sarà il gioco più atteso del prossimo anno? Certamente si colloca fra i più desiderati, uno dei pochi titoli che abbiamo apprezzato anche dopo essere stati rimandati a data da destinarsi, in quanto chi è al lavoro su questo gioco vuole davvero tirare fuori un capolavoro e dimostrare che il primo titolo non è stato solo il risultato di un colpo di fortuna. Se Rocksteady ha bisogno di un paio di mesi in più per migliorare ulteriormente il gioco, siamo felici di concederglieli. Il gioco, in questo caso, vale la candela.

Batman: Arkham City
Batman: Arkham City
Batman: Arkham City
Batman: Arkham City

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

Harley Quinn's Revenge DLCScore

Harley Quinn's Revenge DLC

RECENSIONE. Scritto da Gillen McAllister

Torniamo ad Arkham City per esplorare il pacchetto scaricabile dedicato ad Harley Quinn. Nonostante i contenuti siano pochi, è piacevole ritornare in uno dei giochi più belli del 2011.

Batman: Arkham CityScore

Batman: Arkham City

RECENSIONE. Scritto da Gillen McAllister

Batman è tornato. Dopo il capolavoro del 2009, il Cavaliere Oscuro ritorna più grande, più forte, più bello. Arkham City è un gioco di cui non potrete fare a meno.



Caricamento del prossimo contenuto