Italiano
articoli
Call of Duty: Black Ops

Black Ops: First Strike

Abbiamo provato il pack di mappe aggiuntive per Call of Duty: Black Ops, passando dalla Cina a Berlino, dall'Artide a uno strano complesso sportivo... ecco cosa ne pensiamo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

First Strike, o Attacco Preventivo se preferite il titolo italiano, è il primo pack di mappe scaricabili per il multiplayer di Call of Duty: Black Ops ed ha richiesto un po' di tempo per essere metabolizzato. La varietà offerta dalle quattro mappe incluse (più una mappa zombie) e talmente ampia, da obbligarci a una sessione di gioco più lunga del previsto. Ciononostante, passare più tempo in compagnia di un gioco come Black Ops e di un pack di mappe di alta qualità, è sempre molto piacevole.

Vediamo nel dettaglio le quattro mappe incluse, riservandoci per ultima la parte dedicata alla nuova mappa zombie.

Kowloon

Sul nostro pianeta esistono posti inquietanti. Posti dove è difficile comprendere come si possa semplicemente sopravvivere alla giornata. Ogni nazione ha le sue favelas, ma Kowloon è stato probabilmente uno dei posti al contempo più poveri e più spaventosi del pianeta. Situata ad Hong Kong, si trattava di una vera e propria città murata, in cui il governo era la delinquenza. Fortunatamente questa città non esiste più da quasi vent'anni, ma il suo fantasma aleggia in questa espansione di Black Ops. Kowloon non è altro che un viaggio all'interno della città, tra baracche, tetti in lamiera, carrucole e cornicioni. Una mappa che si presta bene sia alla lunga distanza (in particolare per le postazioni da cecchino collocate su alcune piccole tettoie) che alla breve distanza per la presenza di innumerevoli spazi angusti. Si ha la sensazione di non trovare mai una buona copertura, complice anche la presenza di strapiombi che impediscono di muoversi alla cieca. In più una pioggia battente complica ulteriormente le cose. Graficamente molto accattivante, un po' confusionaria quando ci si muove da soli.

Call of Duty: Black Ops
Kowloon, con i suoi tetti e le sue insegne

Stadium

Il nome suggerisce la location, collocata nel bel mezzo di un impianto sportivo. Si tratta di una mappa costituita da un unico livello, eccezion fatta per alcuni edifici. Probabilmente la mappa più debole del pacchetto, come ho potuto verificare dallo scarsissimo tasso di preferenze nel momento democratico di selezione della mappa. In ogni caso, data la presenza di una sorta di labirinto di siepi al di fuori del palazzetto, la mappa offre alcuni spunti per qualche imboscata. Interessante, infine, l'edificio centrale di forma cilindrica con ampi spazi, dove è possibile mettere a segno delle vere e proprie carneficine se ci si muove in gruppo.

Call of Duty: Black Ops
La mappa Stadium, con tanto di opera ispirata ad Arnaldo Pomodoro

Berlin Wall

Che cosa sarebbe accaduto se la Guerra Fredda non fosse stata così fredda? E, in particolare, cosa sarebbe accaduto alla città di Berlino? Sarebbe stato un teatro di guerra, naturalmente. Nella mappa Berlin Wall si mostra proprio uno spaccato della città di Berlino in questo scenario fantapolico, tra edifici divelti dalla guerra e lo storico, triste muro che ha spezzato in due la città fino al 1989. E il muro, come è facile intuire, divide la mappa in due. Ciò non toglie che i giocatori possono aggirare l'ostacolo attraverso numerose brecce e checkpoint. La mappa, inoltre, include la "terra di nessuno", quel lembo di terra sui cui venivano sparpagliati i cavalli di Frisia durante la guerra fredda, in cui tanti giovani disertori della Germania socialista hanno perso la vita. L'area, identificata in rosso, include delle torrette automatiche indistruttibili, che possono rapidamente spazzare via i giocatori che osino avventurarvisi. Estremamente scenografico. Berlin Wall è probabilmente la migliore mappa del pacchetto, estremamente complicata da decifrare ma molto, molto emozionante.

Call of Duty: Black Ops
Una delle brecce della mappa Berlin Wall, con la terra di nessuno nel mezzo

Discovery

L'ultima mappa del pacchetto multiplayer è ambientata in un avamposto tedesco nel circolo polare artico, con evidenti riferimenti alla trama del gioco single player. Anche in questo caso la mappa appare divisa in due da un crepaccio, attraversabile attraverso una sorta di istmo di ghiaccio. L'aspetto più divertente della cosa è che questa struttura può essere demolita, isolando temporaneamente una certa porzione della mappa (sebbene la voragine creata si possa superare con un balzo). È molto divertente fare crollare il ponte di ghiaccio sotto i piedi di un nemico: la morte dell'avversario è assicurata e la sensazione è estremamente appagante. Vi sono altri punti di passaggio, nei quali è possibile piazzarsi per tendere qualche imboscata ai nemici. La mappa è caratterizzata da numerosi saliscendi, richiede davvero molto tempo per poter essere padroneggiata. Ma una volta ottenuto un certo grado di dimestichezza, il divertimento è garantito.

Call of Duty: Black Ops
Discovery, ghiaccioli inclusi

Ascension

La mappa zombie inclusa nel pacchetto è davvero molto originale. Il suo nome, Ascension, ci lascia intuire che dovremo - appunto - ascendere, a partire dai livelli più bassi di un complesso missilistico sotto l'attacco degli zombie. La mappa si apre in bianco e nero, in quanto l'elettricità è saltata e il luogo è quasi completamente al buio. Lo scopo del gioco è giungere ai vari interruttori per riattivare la corrente, il tutto facendo fuori le continue orde di zombie che sembrano spuntare da ogni angolo. Ottime le armi che si possono ottenere e che, in alcune mani sapienti, possono davvero creare qualche effetto coreografico con pezzi di zombie che saltano a destra e a manca.

Dopo una lunga sessione di gioco ci si chiede: il pack vale davvero i suoi 1200 Microsoft Points, pari a circa 15 euro? La risposta non è così scontata. Sebbene il pack sia davvero molto interessante e presenti almeno due mappe molto ben realizzate più una mappa zombie a dir poco affascinante, si ha la sensazione che il prezzo sia decisamente troppo alto. Probabilmente 800 Microsoft Points sarebbe stato il prezzo giusto per questo pacchetto. A parte questo, il pack è di ottima fattura e tutti i possessori di Black Ops che passano più tempo online che offline devono seriamente considerarne l'acquisto. Come abbiamo detto, alcune mappe sono difficili da digerire. Ma una volta conosciuti tutti i loro segreti, statene certi, vi divertirete.

Testi correlati

Call of Duty: Black OpsScore

Call of Duty: Black Ops

RECENSIONE. Scritto da Daniel Guanio

Treyarch prende il posto di Infinity Ward nello sviluppo di Call of Duty. Seguendo i passi di Modern Warfare 2, sono riusciti a trovare egregiamente la loro strada...



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.