Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Call of Duty: Modern Warfare

Call of Duty: Modern Warfare - Provato il multiplayer

Abbiamo messo le mani sulla porzione multiplayer del nuovo Modern Warfare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Abbiamo già avuto occasione di elogiare la grafica e il sound design di Call of Duty: Modern Warfare quando abbiamo potuto dare un'occhiata alla campagna per giocatore singolo pochi mesi fa, quindi perdonaci se ci ripeteremo, ma questi due aspetti influenzano in modo decisivo anche la componente multiplayer del gioco. Quando abbiamo incontrato lo sviluppatore Infinity Ward pochi giorni fa, quello che è diventato subito evidente è stato il modo in cui traspare il senso di realismo e l'attenzione ai dettagli.

Dopo essere stato condotto sulla mappa designata in tempo reale, la prima cosa che ti sorprenderà e confonderà un bel po' è la mancanza del radar. Treyarch ci aveva in qualche modo segnalato che ci sarebbe stata prima o poi una rimozione della mini-mappa, rendendola meno presente in Black Ops 4, ed è sicuramente una scelta interessante. Sostituire il radar con quello che è fondamentalmente una versione aggiornata della bussola di Blackout migliora l'immersione e rende lo schermo più ordinato. I nemici che sparano con le loro pistole, gli obiettivi e altri dettagli utili sono facili da individuare in quanto compaiono sulla bussola, e questo ti permette di non sacrificare quei millisecondi allettanti alla morte per guardare l'angolo dello schermo - è un bel cambiamento che abbiamo imparato rapidamente ad apprezzare in quanto ci ha permesso di scoprire meglio il mondo che ci circonda e aumentare il valore delle killstreak UAV, in quanto mostra non solo i nemici ma anche il layout della mappa.

Quindi inizi a correre e ti rendi conto che un nuovo motore non porta con sé solo più pixel e modelli più carini. "Realismo" è la parola del giorno in Modern Warfare ed è chiaro che il team di animazione ha lavorato duramente negli ultimi anni. Il cambiamento può essere destabilizzante, quindi siamo felici di dire che in questo caso va bene. Dal modo in cui la tua arma si allontana dalla posizione ideale mentre corri più veloce (MW introduce una terza velocità di corsa che aumenta le velocità della vista per la mira) a come puoi vedere e quasi sentire ogni contraccolpo di ciascun colpo. È probabilmente uno dei primi sparatutto ad essere riuscito a ricreare un'arma in modo davvero realistico, poiché ogni dettaglio, sia visivo che acustico, ti farà capire quanto siano letali.

Call of Duty: Modern WarfareCall of Duty: Modern Warfare

E non abbiamo nemmeno menzionato le incredibili opzioni di personalizzazione offerte nel menu Gunsmith, ad esempio, ti consente di modificare le armi come preferisci usando una vasta gamma di accessori e vantaggi. Ben Garnell, la mente geniale dietro le doppiette del gioco, ci ha detto che è persino possibile creare alcuni classici amati dai fan combinando alcuni accessori, quindi non vediamo l'ora di trovare alcuni fantastici Easter Egg e grandi armi per i diversi stili di gioco da cui emerge questo vasto sistema.

The Gunsmith non è l'unica cosa che mostra l'attenzione dello studio nel darci più opzioni. Modern Warfare introduce anche la modalità 2 vs 2 Gunfight annunciata di recente, pensata per quei giocatori che desiderano un'esperienza più intima e intensa. Alcuni giocatori potrebbero dimenticarsene non appena hanno sentito di cosa si tratta, ma sarebbe un errore. Gunfight è incentrato sulla forte attenzione alla cooperazione e alla rapida adattabilità. Dato che dovrai accontentarti del loadout in qualche modo randomizzato che la modalità ti offre ogni pochi round, Gunfight ti costringe a ripensare la tua strategia al volo, specialmente se il tuo partner muore, rendendo il tutto più adrenalinico.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Alcuni sostengono che il più è meglio, motivo per cui Infinity Ward ha anche aumentato il numero massimo di giocatori e la dimensione della mappa in determinate modalità. Anche se abbiamo provato solo le modalità 10 contro 10 e 20 contro 20 Team Deathmatch e Domination, ci viene anche detto che gli sviluppatori hanno armeggiato con più di 100 giocatori e Jack O'Hara, il design director del gioco, ha detto che vedremo numeri di giocatori più alti e mappe più grandi prima o poi. Un commento del genere ovviamente ci ha fatto chiedere informazioni sulla modalità battle royale, ma O'Hara non ha potuto né confermare né smentire una cosa del genere.

Il multiplayer design director Joe Cecot ci ha però anticipato che vedremo davvero molte altre modalità dopo il lancio, e ha spiegato che stanno scaglionando la loro uscita perché non vogliono sopraffare i giocatori al momento del lancio. Non che ci stiamo lamentando visto che sia il design della mappa che il ritmo vanno benone sia in 2 contro 2, 6 contro 6, 10 contro 10 e 20 contro 20. Proprio come Black Ops 4, non sembra che la quantità sia a scapito della qualità.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

La maggior parte delle mappe che abbiamo giocato erano ben progettate ed equilibrate per diversi stili e modalità di gioco. Quelli di voi desiderosi di rigiocare le mappe dall'originale dovrebbero mettere a riposo quelle speranze, dato che gli sviluppatori hanno ancora una volta specificato che questo non è un remake. Questo non vuol dire che non avremo qualcosa dopo il lancio perché hanno anche detto che ci sono alcune cose in programma per i nostalgici come noi. Non è necessario agitarsi in entrambi i casi.

Nel complesso abbiamo notato numerosi miglioramenti minori e nuovi sistemi. Cambiamenti come la capacità di sporgersi dalla copertura; migliore penetrazione dei proiettili; montare la tua arma su sporgenze per stabilizzare la mira; poter finalmente interagire con le porte; l'implementazione di occhiali per la visione notturna molto realistici; l'orologio sul braccio che riflette l'ora sul PC o sulla console; e una serie di nuovi killstreaks e "pacchetti di avvertimento specialistici" hanno fatto la differenza più di quanto si possa pensare. Insomma, è facile capire per quale motivo non vediamo l'ira dell'uscita finale attesa il 25 ottobre, ma anche della beta, prevista il 12 settembre.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità