Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
preview
Jett: The Far Shore

Jett: The Far Shore - Ultime impressioni

Scivola sulle onde di un pianeta alieno sconosciuto, per capire se è adatto come nuova casa per il tuo popolo in via di estinzione.

HQ

Non ci sono molti giochi che mi lasciano davvero incerto di questi tempi. Che un titolo sia straordinario o che sia l'esatto opposto, di solito ho molto da dire al riguardo, ma Jett: The Far Shore, di Superbrothers (precedentemente noto come Sword and Sorcery del 2011) mi ha lasciato piuttosto sconcertato.

In uscita tra poche settimane, il 5 ottobre per l'esattezza, questo gioco insolito segue le vicende di Mei, un'esploratrice il cui compito è quello di raggiungere le stelle per scovare un nuovo pianeta ospitale per la sua gente, che affronterà l'oblio da sola. Atterrando su un pianeta oceanico, Mei comanda un Jett, un veicolo progettato per solcare le onde a velocità elevata, analizzando e raccogliendo dati e informazioni sulle insolite forme di vita che vivono sul pianeta. Usando il Jett, tu, nei panni Mei, devi attraversare questo mondo sconosciuto per determinare se ha un futuro per la tua gente.

HQ

Jett: The Far Shores è un gioco molto insolito. Il mondo è impressionante, ampio e presenta molta profondità nella sua varietà visiva, ma allo stesso tempo spesso sembra troppo grande. Determinare se un pianeta è adatto per un tentativo di colonizzazione significa che devi viaggiare molto e, per tutta la durata della build di anteprima, ho passato ore a esplorare il paesaggio di questo enorme pianeta completando una serie di incarichi. Per la prima ora o giù di lì, sembra tutto abbastanza fresco e unico, e nonostante sia un gioco molto compassato, compensa con la sua atmosfera e la sua natura rilassante. Ma poi ho raggiunto il primo momento in cui lo slancio del gioco si è davvero fermato: mi è stato chiesto di pattugliare e ricercare un piccolo gruppo di isole sabbiose per 20 minuti in attesa che arrivi una tempesta. Inutile dire che, dopo circa cinque minuti, mi sono ritrovato alla disperata ricerca di cose da fare e mi sono piuttosto annoiato.

Questa stessa situazione mi preoccupa in Jett: The Far Shores, perché, in quanto gioco di esplorazione in prima linea, questo tipo di gameplay sembra che potrebbe essere piuttosto importante. Sì, il paesaggio è impressionante. Certo, c'è un sacco di terreno da coprire. Tuttavia, essere radicati in una determinata area per un periodo di tempo senza alcun obiettivo reale, escludere la valutazione delle formazioni geologiche e delle forme di vita premendo un pulsante mentre si è nel Jett è tutt'altro che coinvolgente.

Detto questo, la meccanica del pilotaggio del Jett stesso è incredibilmente soddisfacente. La sensazione fluida di planare sull'oceano ad alta velocità è molto emozionante, ed è un'attività che richiederà la tua attenzione poiché devi gestire una barra di energia che si riempie mentre usi i tuoi booster per una durata più lunga, altrimenti il motore si surriscalda. Metti questo con la capacità di rollare e scoppiare (essenzialmente puntando la tua nave verso l'alto e usando il tuo booster per saltare), e ottieni un sistema di movimento davvero unico e divertente.

Jett: The Far ShoreJett: The Far Shore

Eppure, non è tutto rose e fiori a bordo di questa nave agile, poiché la meccanica quando si disattivano i booster e si utilizza invece la velocità più bassa per analizzare gli oggetti e raccogliere dati o utilizzare un rampino per afferrare gli oggetti si sente molto meno coinvolgente, e spesso noioso. La polarità è piuttosto insolita e serve come un ottimo esempio dei picchi e dei cali in generale che Jett: The Far Shores sembra mostrare.

Questa variazione nel gameplay non è aiutata dalle fasi in cui puoi far atterrare la tua nave ed esplorare a piedi. I momenti in cui incontri altri esploratori e ascolti le loro storie e chiacchieri con loro aggiungono un certo livello di personalità e carisma al gioco, ma allo stesso tempo, spesso non mi sentivo obbligato a uscire dal mio Jett, dal momento che il mondo sembra troppo grande da giustificare l'esplorazione a piedi.

Jett: The Far ShoreJett: The Far Shore

Ma, detto tutto questo, Jett: The Far Shores eccelle in molte aree. La colonna sonora è eccezionale e fa un lavoro fantastico nel dare vita a questo mondo fantascientifico. Abbina questo alla grafica e all'atmosfera che presenta un pianeta alieno unico, spruzzato di colore, ti fa venire voglia di esplorare il mondo, anche se i personaggi umanoidi hanno una build piuttosto scoraggiante che ricorda un Playmobil. Inoltre, i giocatori di PlayStation 5 vantano un'altra eccellente serie di funzionalità e abilità DualSense, che funzionano favolosamente per dare vita al mondo un po' di più attraverso l'uso del feedback tattile e dei trigger adattivi.

Anche se ho i miei dubbi su Jett: The Far Shore, ci sono abbastanza aspetti positivi da tenermi interessato al momento. È un'avventura che sarà probabilmente creata o interrotta dal suo ritmo più avanti nella storia, perché anche con l'eccezionale colonna sonora, le immagini memorabili e l'impressionante integrazione del DualSense, è il gameplay che finirà per essere il fattore decisivo a lungo termine. Certo, il Jett stesso è divertente da pilotare, ma riuscirà a mantenere alya la mia attenzione per ore e ore? Beh, resta da vederlo.

HQ
Jett: The Far ShoreJett: The Far Shore

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto