Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
preview
Project Cars 3

Project Cars 3 - Un primo sguardo

Abbiamo dato una prima occhiata al nuovo gioco della serie di sim-racing di Slightly Mad.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Project Cars è stato un gioco di corse davvero importante, ma Project Cars 2 era persino migliore. Slightly Mad Studios ha sfruttato tutti quegli anni di esperienza lavorando su titoli come GTR 2, Need for Speed: Shift e Test Drive: Ferrari Racing Legends e ha chiesto ai fan i soldi per realizzare il simulatore dei loro sogni, Project Cars, e da allora lo studio si è contesto il primato in questo sottogenere con giochi del calibro di Assetto Corsa e iRacing. Con l'ultimo gioco, un team appassionato alla periferia di Londra è riuscito a sfidare giganti come Forza Motorsport e Gran Turismo, per non parlare dei giganti simulatori esclusivi per PC come Raceroom e Rfactor, e quando abbiamo sentito che Slightly Mad si stava preparando per annunciare il terzo gioco della serie, abbiamo colto l'occasione per metterci al passo con lo studio e scoprire di più.

Prima che il produttore Pete Morrish e il manager degli eSports Joe Barron di Slightly Mad partecipassero ad un incontro online con noi lunedì, abbiamo avuto la possibilità di dare un'occhiata a una presentazione di circa 20 minuti di Project Cars 3. Durante questa breve demo, il gioco è stato mostrato da diverse angolazioni e anche se Ian Bell e il suo team folle non hanno al momento valutato la gamma di auto, il numero di piste, le discipline di gara che saranno incluse, era chiaro che lo studio intenda ampliare il mercato e di aprirsi a più giocatori, cosa che è già riuscita a fare con Project Cars 2.

"Uno degli aspetti più importanti per noi questa volta è stato quello di cercare di creare un gioco di corse che non comprometta mai il fatto che simula la realtà assoluta quando si tratta di condizioni in pista, come si comportano le auto e così via, ma a allo stesso tempo non spaventi i giocatori nuovi e occasionali. Vogliamo rendere Project Cars 3 più acessibile. Più facile all'inizio, con una minore soglia. Parte di questo è stata la creazione di una feel migliore e più gratificante durante la guida con il gamepad", ci ha detto Morrish.

Project Cars 3

La presentazione cui abbiamo assistito è più simile a Forza Horizon che ad Assetto Corsa, con frecce di color giallo neon, targhette rosa, icone lampeggianti e tipografia HUD fortemente ispirata alle corse reali. Onestamente siamo abbastanza sorpresi di quando appaia arcade in termini di presentazione. All'inizio dell'intervista, abbiamo chiesto, in generale, se l'attenzione si è spostata verso un'esperienza più facilmente accessibile. Tuttavia, Pete Morrish mi assicura che c'è malinteso.

"Questo è un simulatore puro e abbiamo creato il gioco sullo stesso motore con lo stesso sistema fisico sulla base stabile su cui abbiamo creato Project Cars 2", ha spiegato il produttore. "La fisica delle auto è finemente raffinata e le corse sono ora ancora più tese, più ardue. Allo stesso tempo, come ho detto, intendiamo ampliare ulteriormente il nostro pubblico target, attirare nuovi giocatori ed essere inclusivi anziché esclusivi, cosa che penso alcuni giochi in questo sotto-genere in realtà riescono ad essere. È facile annoiarsi nel genere delle corse, credo, un po' elitario, e proveremo sicuramente a contrastarlo con Project Cars 3. "

L'idea è, ovviamente, buona. Per Project Cars 2, riteniamo che Slightly Mad sia riuscito meglio di molti dei suoi concorrenti e continuare a basarsi su un concetto di successo è intelligente. Tuttavia, allo stesso tempo, la presentazione video ci ha regalato le stesse vibrazioni, ad esempio, di Forza Motorsport 7, dove Turn 10 intendeva fare esattamente lo stesso, ma si è spinto un po' troppo oltre. Quel gioco era fin troppo accessibile ed era troppo invitante per nuovi giocatori, e nel farlo, ha spaventato un po' i giocatori della vecchia guardia. Certo, c'è un rischio in tutto e anche se l'interfaccia può essere disattivata in Project Cars, a prima vista sembra che possa risultare essere un po' troppo frivola per i nostri gusti.

Project Cars 3

Inoltre, per quanto amassimo Project Cars 2, eravamo un po' preoccupati di alcune questioni che ancora sono presenti in quel gioco e abbiamo voluto chiedere a Slightly Mad se ha percepito il problema nello stesso modo nostro (e di gran parte della community di gioco). Project Cars 2 era pieno di contenuti. Un po' troppi, diremmo. Alcune parti del gioco sembravano straripare. Circa 50 delle 170 auto non hanno mai mantenuto lo stesso standard elevato del resto dei contenuti e questo è un aspetto di cui Morrish è ben consapevole.

"Lo sappiamo, abbiamo fatto il passo più lungo della gamba ed è diventato pieno zeppo di contenuti, in alcune sezioni e in alcuni luoghi. Alcune auto sono state fatte molto meglio in termini di fisica rispetto ad altre, e c'erano piste che erano meno elaborate di altre. Abbiamo lavorato sodo su questo aspetto, questa volta. Non posso promettere nulla, ma penso davvero che Project Cars 3 sembrerà molto più fluido, più stretto. Questa volta siamo più concentrati ".

Project Cars 3 può migliorare con una ricetta già eccezionale e offrire un'esperienza di corsa che coinvolge i fan più accaniti e allo stesso tempo attirare nuovi appassionati? Quando gli è stato chiesto del rallycross e se sarà incluso o meno, i rappresentanti dello studio hanno dichiarato di non avere commenti da fare al momento. Abbiamo ottenuto la stessa risposta anche quando abbiamo chiesto loro il numero di auto che verranno incluse e se il gioco verrà pubblicato su PlayStation 5 e Xbox Series X. Per ora, bocche sigillate, almeno per qualche mese ancora.

Project Cars 3
Project Cars 3Project Cars 3Project Cars 3Project Cars 3
Project Cars 3Project Cars 3Project Cars 3

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto