Italiano
Gamereactor
testi hardware

Razer Viper V3 Pro

Tutto molto bene, ma Razer sta sacrificando un po' troppa versatilità nel tentativo di ridurre il peso?

Quando si tratta di fornire mouse ad alte prestazioni, Razer è stata sorprendentemente coerente, ma questo è nel bene e nel male. Criticamente, hanno introdotto qualche modello di troppo che cannibalizzano quote di mercato l'uno dall'altro piuttosto che dalla concorrenza, ma allo stesso tempo, devi dare a Razer il fatto che tutti funzionino.

L'ultima aggiunta alla line-up di eSport è il Viper V3 Pro, ed è una continuazione piuttosto diretta dei modelli precedenti di quella particolare serie. Ciò significa che abbiamo gli stessi elogi da distribuire e anche le stesse critiche chiave.

Razer Viper V3 Pro

In primo luogo, è davvero impressionante che Razer abbia ridotto il peso totale di combattimento a soli 54 grammi, ovvero sei grammi in meno rispetto al Logitech Pro X Superlight 2, e questo senza ricorrere al design a nido d'ape. È anche estremamente impressionante che Razer possa offrire fino a 95 ore di durata della batteria in modalità wireless senza influire sul peso.

Ci sono alcune specifiche piuttosto magnifiche che si trovano sotto il guscio sottile come la carta. Mentre Razer in precedenza offriva una frequenza di polling fino a 8000 Hz come optional, ora è di serie tramite il dongle incluso (ne parleremo tra poco) e anche il sensore Focus Gen 2 da 35.000 DPI è eccellente. C'è anche la versione Gen 3 dei loro Optical Mouse Switch, che sono estremamente tattili e veloci, e l'intero shebang è realizzato con fino all'85% di PCR (plastica riciclata).

Annuncio pubblicitario:

Se scegli di sborsare 179,99 euro, otterrai un mouse che senza dubbio sarà all'altezza di quel livello granulare di eSport in cui ogni millisecondo conta. Tuttavia, se vuoi anche un mouse che offra un'esperienza utente abile e versatile, temo che Razer possa essersi spinta un po' troppo oltre in termini di riduzione dei grammi in più.

Vedete, quel "dongle" di cui ho parlato prima non è un tradizionale dongle USB-A. Si tratta di un piccolo dispositivo con un ingresso USB-C femmina. Naturalmente, ottieni un cavo C-to-A (il motivo per cui non è C-to-C è al di là di me), e in questo modo puoi utilizzare questo cavo per ottenere un'esperienza wireless. Naturalmente, c'è un caso d'uso qui in cui si collega il dongle con il cavo al desktop e poi ci si dimentica di tutto, e se questo è il caso, beh, allora la riprogettazione del dongle non cambia molto. Ma sotto tutti gli altri aspetti, questo è l'esatto opposto dell'intuitivo.

Razer Viper V3 Pro

Ogni volta che devi portare con te il mouse, hai bisogno del mouse stesso, del dongle e di un cavo di accompagnamento, un cavo che prima non avevi bisogno di portare. Poiché il dongle ora ha bisogno di un gadget in più per funzionare ed è più grande e più pesante di prima, Razer non ha progettato uno scomparto per esso nel mouse stesso, il che significa che devi portarlo separatamente. Inoltre, non c'è alcuna funzionalità Bluetooth.

Annuncio pubblicitario:

Immagino che molti dei consumatori che desiderano un Viper V3 Pro vorranno comunque che soddisfi più di uno scopo centrale, e che a volte debbano spostare il mouse e il dongle in una nuova posizione, che si tratti di scuola, LAN o qualche altro evento teorico, e tutto ciò è ora ulteriormente complicato.
Con ogni probabilità, il già citato Pro X Superlight 2 sarà leggermente più economico e pesa 60 grammi, ma c'è anche una cover magnetica per un tradizionale dongle USB-A, che tra l'altro consente una frequenza di polling di 4000Hz. È meno di quanto Razer offra qui, ma hanno anche progettato un mouse più funzionale.

07 Gamereactor Italia
7 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto