Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Splatoon

Splatoon

A colpi di vernice, come se non ci fosse un domani.

Un'esplosione di colori frenetica: è la sensazione straordinaria che si prova nell'attimo in cui ci lasciamo travolgere da Splatoon, il nuovo titolo shooter di casa Nintendo che sostituisce i proiettili e le armi letali dei vari Call of Duty e Battlefield con colorate secchiate di vernice, senza tuttavia togliere quel gustoso livello di sfida rintracciabile nel genere. Come già dimostrato dall'eccellente franchise Mario Kart - l'originale visione Nintendo del genere racing - Splatoon è la nuova ed ulteriore conferma che l'azienda nipponica ha sempre ottime cartucce in canna per le sue console, pronta a reinventare e reinterpretare a modo proprio alcuni canoni oramai divenuti i fondamenti di un dato genere, offrendo un tocco di grande originalità. Di recente, abbiamo avuto la possibilità di fare visita agli studi di Nintendo Italia e di avere un nuovo interessante assaggio del coloratissimo shooter, in arrivo su Wii U il prossimo 29 maggio, dove c'è stata mostrata anche la modalità single-player. Ed ecco com'è andata.

Splatoon

Pur essendo un titolo a vocazione multiplayer (e siamo convinti che la maggior parte di voi si fionderà a pesce nelle partite multiplayer online, non appena i server apriranno i battenti), Splatoon non dimentica i vecchi "lupi solitari" o chiunque abbia voglia, tra un'intensa sessione multi-giocatore e l'altra, di prendersi una pausa e scoprire qualcosa di più sul mondo e sui personaggi che lo abitano. Il nuovo shooter di Nintendo, infatti, offre una divertente modalità campagna, che rappresenta anche un perfetto preludio alle sfide in cui ci imbatteremo andando avanti nel gioco. Ma diamo un piccolo contesto: in Splatoon, interpretiamo il ruolo di un Inkling, una sorta di mutante che da ragazzino/ragazzina alla moda può trasformarsi all'occorrenza in uno spietato "calamaro da guerra", chiamato/a a proteggere il mondo di Coloropoli dall'invasione degli Octoriani, che hanno sottratto gli utilissimi pesciscossa. Il nostro comandante, Capitan Seppia, ci guida nel corso dei vari livelli indicandoci gli obiettivi da seguire fino alla sconfitta definitiva (o almeno, è quello che speriamo di ottenere!) degli Octoriani.

Occorrono un paio di sessioni prima di iniziare ad adattarsi completamente ai controlli innovativi di Splatoon - che usa essenzialmente il GamePad Wii U per mirare, anche se quest'ultimo può essere sostituito nelle impostazioni dall'uso dell'analogico destro - e a prendere completamente confidenza con le meccaniche sottese al gioco, ma non appena si inizia ad ambientarsi, lo shooter di Nintendo mostra ben presto l'ottima pasta di cui è fatto. I primi livelli della campagna che abbiamo potuto provare ci hanno subito permesso di comprendere l'effettiva funzionalità di questa modalità: si rivela, infatti, un ottimo campo di addestramento in vista delle tantissime battaglie online che ci troveremo ad affrontare non appena sarà attivo questo aspetto, e un ottimo modo per imparare a prendere dimestichezza con i controlli, che ben presto - come vedremo - diventeranno i nostri fidi alleati. In realtà, ridurre la campagna a puro e semplice "training" sarebbe riduttivo: questa, infatti, porta con sé tante divertenti azioni collaterali, come raccogliere collezionabili che ci permettono di ampliare ulteriormente il racconto sotteso al mondo di Coloropoli e dell'ancestrale conflitto contro gli Octariani, risolvere puzzle, scoprire segreti e oggetti (con relativi potenziamenti), e tanto altro. Insomma, chi all'inizio fosse un po' timido e poco motivato a intraprendere il suo viaggio online in battaglie a colpi di vernice, troverà comunque in questa modalità un ottimo pane per i propri denti.

Splatoon

Tuttavia la parte del leone di Splatoon spetta ovviamente alla modalità multiplayer online. Come apprendiamo, esistono tre differenti sotto-modalità: le sfide Pro (che verranno tuttavia attivate solo in un secondo momento, in modo da permettere una certa omogeneità tra i giocatori, in termini di livello), le sfide amichevoli con altri giocatori o sfide amichevoli con gli amici (con sessioni private, in un modo non tanto dissimile a quanto già visto in Mario Kart 8). Abbiamo avuto occasione di testare la modalità sfide amichevoli e le nostre impressioni sono piuttosto positive: il ritmo e l'atmosfera che si respira nell'arena è davvero elettrizzante e la necessità di imparare presto una tattica si rivela fondamentale per non farsi "splattare" dai propri avversari. Imparare a nascondersi e mettere a segno il colpo perfetto, mentre nel frattempo si cerca di ricoprire con la propria vernice l'intera area di gioco, richiede destrezza e abilità di riflessi, un aspetto sicuramente fondamentale in uno shooter frenetico come Splatoon.

L'unico aspetto che ci ha lasciato qualche perplessità è la disomogeneità tra le varie armi che i giocatori possono acquistare, di volta in volta, salendo di livello: in particolare, a non convincerci molto è la presenza del rullo, una potente "macchina da guerra" spara-vernice che, oltre a consentire al giocatore che lo utilizza, di ricoprire di pittura un'area decisamente più vasta rispetto alla classica pistola (vero e proprio obiettivo delle battaglie), permette anche di schiacciare letteralmente gli avversari, senza dare loro una via di fuga. Va detto, però, che i giocatori "minacciati" dal rullo vengono preventivamente avvisati da un'icona che appare sullo schermo, ma a nostro parere questo si rivela comunque insufficiente per riuscire a schivare la sua eccessiva potenza. Tuttavia, sono aspetti che molto probabilmente subiranno alcuni ritocchi, quindi non vogliamo fasciarci la testa prima del tempo. Ma tralasciando questo aspetto, la modalità multiplayer ci ha davvero convinto.

Splatoon

Accanto alle due modalità principali, vale la pena anche menzionare la divertente modalità multiplayer in locale a 2 giocatori denominata "Palestra", una sorta di terreno neutro in cui, in compagnia di un amico in locale, possiamo allenarci per gli scontri più avvincenti online. Qui l'obiettivo è colpire quanti più palloncini possibili all'interno dell'area di gioco, ma al tempo stesso sottrarne al proprio avversario, colpendolo a suon di vernice. In questa modalità, un giocatore può utilizzare il GamePad, mentre il secondo giocatore può invece utilizzare il controller-Pro: alla luce della nostra esperienza con entrambi, confermiamo la nostra preferenza per il controller-Pro, un po' più maneggevole della sua controparte "tablet" e forse leggermente più preciso. A nostro avviso, è solo questione di gusti e di preferenze, perché al nostro fianco avevamo un collega che ha sempre prediletto il GamePad, e l'abbiamo visto piuttosto spedito nel suo utilizzo. Insomma, dipende solo da voi. Non è probabilmente la modalità che ci ha maggiormente entusiasmato in Splatoon, ma comunque una valida alternativa.

Ultimo, ma non meno importante, abbiamo avuto la possibilità di farci un giretto nei dintorni di Coloropoli per esplorare le varie sezioni in cui questo hub è suddiviso. Oltre ad avere la possibilità di accedere alle varie aree/modalità sopra menzionate, navigando l'hub avremo occasione di visitare i vari negozi in cui possiamo acquistare i vari indumenti, armi, scarpe e accessori che permettono di potenziare il nostro Inkling. Sarà possibile accedervi solo quando il nostro calamaro mutante avrà raggiunto il livello 4, dunque datevi tanto da fare perché gli oggetti a nostra disposizione (di cui al momento non possiamo svelarvi alcunché) si riveleranno davvero preziosi in un'ottica online e per predisporre al meglio la vostra strategia.

Splatoon

La nostra prova in compagnia di Splatoon ci ha davvero convinto. Con una modalità storia molto divertente e ricca di dettagli e curiosità sul mondo di Coloropoli, un gameplay frizzante e coinvolgente e tanti contenuti che dal lancio del gioco in poi accompagneranno la nostra esperienza a colpi di pittura - già ad agosto si prospetta l'arrivo di un aggiornamento gratuito molto importante, con tante nuove mappe, accessori, ecc. - Splatoon sembra davvero promettente. Tralasciando qualche piccola perplessità relativa ad alcune armi e ai controlli (principalmente la mira relegata al movimento del GamePad, seppur modificabile nelle impostazioni), il nuovo coloratissimo sparatutto di Nintendo è una buona ventata d'aria fresca per il genere, anche se potremo dare il nostro verdetto definitivo solo tra qualche giorno, quando Splatoon finalmente debutterà sulla console doppio-schermo di Nintendo il prossimo 29 maggio.

Testi correlati

SplatoonScore

Splatoon

RECENSIONE. Scritto da Fabrizia Malgieri

Nintendo si lancia nel mondo degli shooter multiplayer online, e lo fa nel modo originale e unico che da sempre la contraddistingue.



Caricamento del prossimo contenuto