Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
The Division 2

The Division 2: Zona Nera e PvP - Provato

Siamo tornati nella Zona Nera per un paio di round e un po' di combattimenti PvP.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

The Division ci era piaciuto abbastanza quando è uscito quasi tre anni fa e non eravamo i soli. Il gioco ha ricevuto recensioni generalmente positive e milioni di giocatori in tutto il mondo hanno iniziato a vagare per le fredde strade di Manhattan alla ricerca di qualche bel bottino. Uno degli aspetti che ha maggiormente convinto il pubblico è stata la sua interessante interpretazione del mondo condiviso con il concetto di Zona Nera, in cui non eri mai sicuro se altri giocatori sarebbero stati amici o nemici. Ciò ha reso quell'area invalicabile ricca di atmosfera, specialmente con il nostro prezioso bottino in gioco.

Non tutto era perfetto, va detto. A molti giocatori non piacciono i nemici che sono vere e proprie spugne per proiettili e che il gioco, completamente incentrato sulla tattica, si perdeva completamente non appena ci si imbatteva in giocatori con un equipaggiamento migliore del loro. Gli sviluppatori hanno cercato di risolvere questi problemi con aggiornamenti rivoluzionari nel corso degli anni, il che è uno dei motivi per cui The Division ha ancora una base giocatori abbastanza ampia. Allora perché pubblicare un sequel invece di continuare ad aggiornare l'originale? Siamo stati in visita alla sede di Massive Entertainment in Svezia per scoprirlo.

L'attenzione della nostra prova si è incentrata principalmente su elementi come la Zona Nera del gioco e sul multiplayer, e abbiamo capito quasi subito per quale motivo Massive avesse l'esigenza di un nuovo gioco per offrire ciò che volevano. Ad esempio, non possiamo più chiamarla la Zona Nera, dato che Washington ne ha circa tre in tutta la città. Perché? Dopo aver trascorso alcune ore nelle Zone Oscure Est e Sud, siamo arrivati a capire che la risposta è la diversità. La Zona Nera di The Division era più o meno la stessa ovunque tu vada, mentre in queste altre due la sensazione è che ciascuna abbia qualcosa di diverso da offrire. Laddove la Zona Nera Est è generalmente costituita da più aree aperte dove la natura selvaggia si è ripresa gran parte del territorio, la Zona Sud sembra più adatta ai combattimenti ravvicinati grazie ai suoi ambienti urbani pieni di edifici in rovina e veicoli abbandonati. Questo non significa solo che avrai una maggiore varietà in termini paesaggistici, ma rende anche molto più facile trovare aree più adatte al tuo stile di gioco preferito.

The Division 2

Essendo abituato agli incontri a lunga distanza, ci siamo sentiti a casa quando ci siamo trovati ad esplorare la zona Est con il nostro fidato fucile da cecchino. Beh, proprio a casa non è poi così vero. Passare da una Manhattan molto buia e oscura a una soleggiata e lussureggiante Washington è stata un'esperienza straordinaria. Vedere il Capitol Building crogiolarsi al sole dietro gli alti alberi e le statue ricoperte di viti hanno dato davvero dimostrazione della potenza sottesa allo Snowdrop Engine e anche che Massive adora i colori. Se tutto questo vi sembra un po' troppo aperto, allora dirigiti verso la Zona Sud dove il tuo fucile e lo SMG ti torneranno utili mentre corri lungo corridoi stretti e tunnel sotterranei cercando di aggirare i tuoi nemici.

La diversità non è solo importante in termini di ambientazioni, ma anche di armi e abilità. Poiché le zone oscure sono quelle che gli sviluppatori chiamano "normalizzate" (il livello di potenza del tuo equipaggiamento non ha importanza), è particolarmente importante avere armi e abilità che si adattino al tuo stile di gioco e utilizzarle al momento giusto. Preferiti come la torretta e il cercatore di mine fanno ritorno qui con nuove modifiche tali da renderli valide opzioni per i diversi scenari, mentre nuove opzioni come il lanciatore chimico e i droni dimostrano rapidamente quanto possano essere utili. Il lanciatore chimico con la schiuma antisommossa è un vero salvavita quando ci si imbatte in nuovi nemici dei bombardieri suicidi, in quanto li immobilizzano per i due secondi necessari per ucciderli. Proprio così, i nemici "spugne per proiettili" dell'originale sono pochi e distanti tra questa volta.

Massive sembra essere ben consapevoli del fatto che molti dei giocatori che hanno abbandonato la nave lo hanno fatto perché non potevano sopportare la quantità di danni che i nemici riuscivano a prendere, mentre ora i nemici al nostro livello possono morire dopo uno o due colpi con un fucile d'assalto e anche i nemici più forti non hanno alcuna possibilità se il nostro team concentra il fuoco su di loro in questa build. Quelli di voi che amano svuotare i loro caricatori su un singolo nemico non dovrebbero però agitarsi, visto che ci siamo imbattuti in alcuni nemici belli grossi che erano pesantemente corazzati, come quello che abbiamo visto nella demo E3. Non aspettarti di passare tanto tempo a uccidere il solito soldato questa volta.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio
The Division 2The Division 2The Division 2The Division 2

Ma magari la vostra intenzione non è esattamente quella di seppellire gli altri giocatori. Molti giocatori pensano ancora che il sistema Rogue Agent - per cui sono incentivati gli agenti a non attaccarsi l'un l'altro ed è aperta la caccia contro quei giocatori che preferiscono fare i fuorilegge - sia poco profondo, e una ragione dietro a questa polemica è che il sistema non distingue reati e crimini importanti in modo significativo. The Division 2 spera di risolvere questo problema con tre livelli per i ricercati: grigio, rosso e giallo. Commettere crimini più gravi aumenterà il livello da ricercato, rendendoti ancora più visibile sulla mappa e aumentando la taglia sulla tua testa. Puoi vedere quanto sono avvincenti le battute di caccia di quei punti gialli nel nostro video di gameplay in cui abbiamo deciso di vedere come reagirebbero gli altri giocatori sulla mappa quando abbiamo sparato alcuni proiettili (una dozzina) contro di loro. Spoiler: non siamo riusciti a uscire da un vicolo per diversi minuti.

Alcuni di voi potrebbero non gradire l'idea di nemici più deboli e gli sviluppatori lo sanno, quindi hanno deciso di sfruttare il vantaggio di avere tre Zone Nere in un modo interessante disabilitando le restrizioni di potere in una delle Zone Nere una volta ogni tanto. Il livello di potenza dei giocatori improvvisamente ha senso in questo caso, quindi il giocatore con l'arma migliore potrebbe non avere vantaggio dopo tutto. Avventurarsi in queste zone non solo aumenterà la possibilità di scatenare l'adrenalina, ma anche di ottenere un bottino migliore, quindi potrebbe valerne la pena correre il rischio.

The Division 2The Division 2The Division 2The Division 2
The Division 2The Division 2The Division 2The Division 2

Perché sappiamo tutti che il bottino sarà una parte molto importante in The Division 2, e si vede nel design del gioco. Non otterrai più bottino uccidendo i nemici e completando le missioni, ma completando le sfide nelle tre diverse parti del gioco.

La schermaglia è diventata qualcosa che è stato ben accolto in The Division, quindi Massive ha deciso di raddoppiare il PvP nel sequel non solo riportando il Team Deathmatch, ma introducendo anche Domination. Entrambe le modalità dovrebbero essere ben note, quindi la parte più degna di nota di queste inclusioni è il fatto che ci condurranno in nuove aree e ci ricompenseranno con equipaggiamenti speciali. Dovendo accedere ai menu per accedere alle modalità, è possibile vedere quale aspetto hanno altre parti degli Stati Uniti e del mondo dopo l'epidemia. In ogni caso, le modalità erano buone di per sé, ma ci sono migliori shooter multiplayer là fuori, quindi giocare a queste modalità ci ha fatto capire quanto volessimo tornare a Washington. È una questione di gusti, chiaramente, e sappiamo che ci sono molti giocatori che amano il PvP dedicato nell'originale, quindi Massive merita elogi per averci dato la possibilità senza sacrificare la qualità di altri aspetti.

In effetti, Massive ha reso migliore tutto ciò che già amavamo dell'originale, introducendo allo stesso tempo cambiamenti che non sapevamo nemmeno di volere fino a quando non li abbiamo provati. Laddove alcuni giochi fanno arrabbiare i fan più accaniti in quanto apportano modifiche per attirare più giocatori, i cambiamenti di The Division 2 sembrano trovare il perfetto equilibrio dandoci nuove opzioni. Più armi e abilità rendono più facile trovare cose che si adattano alle tue esigenze. Avere tre distinte Zone Nere offre una grande varietà sia in termini visivi che di gameplay. Un sistema di Rogue Agent in tre parti rende il griefing molto meno praticabile e sono disponibili fin dall'inizio due modalità PvP per coloro che cercano un'azione continua. Le Zone Nere e il PvP di The Division 2 sembrano essere ancor più di quanto osassimo sperare, quindi sarà interessante vedere se la campagna e l'endgame possano essere all'altezza.

The Division 2The Division 2The Division 2The Division 2

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio
The Division 2The Division 2The Division 2
The Division 2The Division 2