LIVE
logo hd live | Ninja Gaiden: Master Collection
See in hd icon
Italiano
Gamereactor
preview
Vampire: The Masquerade - Bloodhunt

Vampire: The Masquerade - Bloodhunt - Provato

Dirigiti per le strade di Praga per farti strada verso la vittoria.

Il Battle Royale è un genere strano. Un paio di anni fa, sembrava che ogni franchise e serie stesse lavorando ad un adattamento nel genere, poi dal nulla è scomparso tutto. Nel 2021, nuovi battle royale sono piuttosto rari, il che rende la scelta dell'universo di World of Darkness ancora più insolita.

Un battle royale è esattamente ciò che è Vampire: The Masquerade - Bloodhunt. È una versione BR che ti vede nei panni di vampiro in una Praga bloccata, mentre massacra gli avversari nel tentativo di raggiungere la vittoria. Sono le tipiche regole di un battaglia reale e non c'è molto altro da dire. Ma, per distinguerlo dai suoi concorrenti, la mappa presenta NPC, i vampiri possono viaggiare liberamente su e sopra gli edifici usando tecniche di arrampicata avanzate e ci sono diversi archetipi di vampiri tra cui scegliere, ognuno con abilità uniche.

Queste caratteristiche mostrano l'influenza che altri giochi di World of Darkness hanno avuto su questo titolo. Durante l'evento, durante il quale abbiamo avuto modo di provare l'esperienza, abbiamo anche avuto la possibilità di incontrare un gruppo di sviluppatori di Sharkmob, dove abbiamo chiesto loro in che modo Bloodhunt è legato a World of Darkness.

Vampire: The Masquerade - Bloodhunt

"Siamo fedeli in tutti i sensi all'universo di Vampire: The Masquerade", ha dichiarato Martin Hultberg, direttore delle comunicazioni e della proprietà intellettuale di Sharkmob. È stato fatto in collaborazione con il team del marchio di Paradox e in realtà è stato sviluppato nello stesso momento in cui hanno concluso lo sviluppo di V5, la versione 5 dei manuali di regole principali rilasciati un paio di anni fa. Abbiamo lavorato integrando l'intera lore e il tessuto di quel gioco, e quando si tratta di archetipi, il gameplay viene prima di tutto".

Non solo puoi saccheggiare la mappa per ottenere armi, equipaggiamento e materiali di consumo (ognuno progettato per renderti un combattente più abile), ma puoi anche nutrirti degli NPC. La maggior parte degli NPC concederà semplicemente salute nutrendosi di loro, ma alcuni hanno gruppi sanguigni rari e quando ti disseti con loro, ottieni nuovi utili bonus, come una minore quantità di rigenerazione passiva della salute o tempi di recupero inferiori sulle tue abilità. Il problema è che devi mantenere la Masquerade, il che significa che se vieni individuato mentre li divori, sarai visibilmente segnato sulla mini-mappa per tutti gli altri vampiri che verranno a darti la caccia.

Vampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - Bloodhunt

Abbiamo chiesto al game director Craig Hubbard in che modo questo sistema cambia la dinamica del battle royale, e lui ha detto, "essenzialmente, se ti vedono mangiare, se uccidi un civile, diventi cacciatore di sangue, quindi sei visibile ai nemici. Anche se commetti infrazioni minori, ad esempio se usi le tue abilità di fronte a un civile, ti ritroverai segnalato sulla mini-mappa. Dovrai prendere decisioni su ciò che sei disposto a rischiare."

Per quanto riguarda l'attraversamento e la meccanica di movimento, in Bloodhunt puoi muoverti sulla mappa in modo incredibilmente libero, sia che ciò significhi vagare per le strade o arrampicarti sul lato di un edificio come un selvaggio Spider-Man. Non puoi accedere agli edifici, ma puoi arrampicarti su qualsiasi cosa usando il movimento nel tuo kit. Hubbard ha spiegato la decisione dietro questa meccanica di gioco, affermando, "è davvero il metodo di attraverso più diverso rispetto agli altri giochi". Ha continuato, "non ci sono ostacoli e penso che cambi la dinamica non solo sul modo in cui pensi ai tuoi obiettivi, ma anche alle minacce".

Tutte queste abilità sopra menzionate sono utilizzabili su tutti i tipi di vampiri, ma dove Bloodhunt si distingue ancora una volta dal resto è nell'introduzione dei suoi archetipi. Nella versione pre-alpha del gioco a cui ho avuto accesso, c'erano tre famiglie di vampiri, e ogni famiglia ha due varianti. Ogni archetipo ha uno stile di gioco ideale diverso, ad esempio, il Bruto e il Vandalo preferiscono sporcarsi le mani ed eccellere nel tuffarsi a capofitto nel combattimento, mentre Musa e Sirena sfruttano invece l'agilità e le loro abilità di supporto per sostenere gli scontri.

Vampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - Bloodhunt

Ogni tipo di archetipo vampiro prevede inoltre abilità completamente uniche. La mia preferita era la Musa, che può lanciare una proiezione spettrale in una posizione e può quindi scegliere di tele-trasportarsi in essa, e ha anche un'abilità che può curare se stessa e gli alleati se nelle vicinanze. Il Sabotatore, d'altra parte, può usare un'abilità che li rende invisibili, ottimo per sfuggire a combattimenti pericolosi. Le abilità definiscono i personaggi e il gameplay, ma non sono così invadenti da togliere il meglio dell'esperienza BR.

Essendo un battle royale, uno di quelli free-to-play, Sharkmob ha creato un sistema di vanità che sarà uno dei due modi con cui Bloodhunt proverà a fare entrate. L'altro sarà la presenza di Season Pass, ed entrambi i modi ti permetteranno di personalizzare il tuo vampiro in maniera personale. A differenza di Call of Duty: Warzone o Apex Legends, in cui puoi modificare l'aspetto di personaggi specifici, Bloodhunt ti consente di personalizzare il tuo personaggio, fornendo una vasta gamma di opzioni, tra cui genere, acconciatura e colore, il tono della pelle e, naturalmente, i vestiti. Hubbard ha toccato l'argomento, dicendo: "c'è qualcosa nella possibilità di creare un personaggio personalizzato che esprima il tuo gusto e il tuo stile, e qui hai sei personaggi che puoi personalizzare ciascuno".

Dalla mia esperienza, posso dire che è molto più frenetico e veloce di quanto avrei immaginato. Le partite durano in genere circa 15 minuti e, anche se inizi lentamente, ti ritroverai spesso a lottare costantemente per la tua vita mentre la zona di sicurezza si restringe. Anche il gameplay di base sembrava reattivo e coinvolgente, e anche con i sistemi di movimento piuttosto selvaggi, il combattimento ha mantenuto quell'essenza di sentirsi competitivi e divertenti.

La mia principale preoccupazione deriva dal fatto che è un gioco battle royale. Questo genere è brutale e spesso vediamo i giochi lanciati in questo genere e fare fatica a resistere ai titani, il che è un problema che penso che Vampire: The Masquerade - Bloodhunt potrebbe affrontare. Il gameplay è divertente e presenta molta profondità nel suo design principale, ma può arrivare a raggiungere i livelli di Fortnite, Call of Duty: Warzone, Apex Legends, solo per citarne alcuni, e prosperare? È una domanda che mi preoccupa un po'.

Vampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - BloodhuntVampire: The Masquerade - Bloodhunt

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.