Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Borderlands 3

Borderlands 3 - Provato E3 2019

Abbiamo dato un'occhiata al prossimo Borderlands durante l'E3.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

2K Games e Gearbox Software sono stati tutt'altro che timidi nel mostrare Borderlands 3 da quando è stato annunciato pochi mesi fa, dando la conferma dell'esistenza di un gioco che i giocatori aveva previsto da molto tempo. Dopo un così lungo periodo di silenzio radio, abbiamo visto molti trailer e notizie in abbondanza, e Gearbox ha organizzato anche qualcosa di speciale per i fan e la stampa all'E3, svelando una nuova classe Gunner chiamata Moze.

Nella presentazione, prima di dedicarci al gioco, ci è stata fatta una breve panoramica su Moze, che ha un mech che può infliggere danni enormi. Puoi salire a bordo di questo mech ad intervalli regolari, con un tempo di attesa intermedio, e ci sono vari modi per personalizzare la propria capacità a scatenare il caos attraverso un albero delle abilità. Non solo puoi assegnare varie abilità come una torretta sul retro che può utilizzare un amico, ma puoi continuare a cambiare il tuo arsenale per creare il migliore loadout e, dato che tutto questo non richiede sforzi eccessivi, puoi cambiare le cose a tuo piacimento.

Una di queste armi che ci è stata mostrata è stata una sorta di pugno meccanico che permette di effettuare uno smackdown a distanza ravvicinata, ma c'è anche una minigun, un lanciafiamme, una capsula di razzi che si aggancia agli obiettivi, un enorme laser blu e un lanciagranate. Sono stati gli ultimi due quelli che abbiamo usato non appena abbiamo messo le mani su questa classe a Los Angeles.

Il livello che abbiamo giocato ci ha condotto in una zona piena di un gruppo di pazzi lunatici che ci chiamavano "eretici" i quali hanno cercato di farci la pelle, e c'erano i banditi che provavano a fare lo stesso armati di fucili da caccia. Tutto molto tipico di Borderlands, ma il fatto di poter usare il mech è stato davvero molto divertente e ha aggiunto ulteriore caos a quello che ci girava intorno. È il tipico frenetico gameplay che Gearbox ama offrire con questo gioco e si basa sul gunplay assolutamente solido che abbiamo menzionato durante il nostro primo hands-on.

Borderlands 3

Alla fine della demo, abbiamo affrontato un boss supersonico che aveva un enorme scudo e un'arena piuttosto singolare. C'erano potenti speaker allineati sul bordo e al centro della stanza, e quando hanno iniziato a pompare hanno causato un danno enorme al nostro personaggio, quindi ci siamo resi conto che fosse il caso di evitare quegli speaker, mentre ci muovevamo verso i cattivi. Grazie ad uno schermo sul suo scudo che reagiva alla musica che lo circondava, questo boss ci ha offerto un assaggio davvero interessante di Borderlands 3, e l'intera sequenza si è rivelata piena di quella personalità che ci si aspetterebbe.

Successivamente durante la presentazione hanno parlato di un nuovo pianeta chiamato Eden-6, che Gearbox ci ha detto che in realtà è liberamente basato sulla Louisiana. Ci sono paludi, salici sospesi, creature dinosauriche e molto altro da vedere, compresa la casa della famiglia Jakobs, i fondatori dei produttori di armi. Sembra molto più oscuro di quanto abbiamo visto in altre location precedenti in Borderlands, offrendo un'alternativa più torbida ai deserti luminosi e paesaggi colorati.

Borderlands 3

Gearbox ci ha tenuto a sottolineare come stanno mirando a garantire che questo gioco offra il miglior gioco cooperativo che abbiano mai realizzato, e questo è tutto per rendere le cose social. Non mancano la sincronizzazione di livello e l'instradamento al bottino e, se un amico vende qualcosa, puoi acquistarlo. Inoltre, le missioni sulle taglie cambiano anche in base a ciò che accade nelle partite dei tuoi amici, e puoi perfino spedire il bottino agli amici quando se ne vanno. È tutta una questione di essere social, e si basa sulle solide basi cooperative che già c'erano dal primo gioco.

Infine, abbiamo sentito parlare anche di personalizzazione. Ci sono varie maschere tra cui scegliere e colori da modificare nel tuo Vault Hunter, tra cui skin dinamiche con texture mobili, bigiotteria e skin gun globali per vantare quel tocco in più quando si affrontano i cattivi. È una cosa da poco, ma la personalizzazione è sempre apprezzata dai fan.

Quello che abbiamo visto all'E3 è esattamente quello che ci aspettavamo e speriamo in termini di follia e personalità da Borderlands 3. È tutto selvaggio ed esagerato, e Moze in particolare dovrebbe offrire un ottimo modo per provocare un po' di confusione quando si gioca con i propri amici, specialmente quando si visita il nuovo pianeta dell'E3, Eden-6. Abbiamo ancora qualche mese davanti a noi prima del lancio, ma siamo piuttosto entusiasti di saperne di più su ciò che Gearbox ha in serbo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio