Italiano
Gamereactor
news
Pokémon Go

Un pastore accusa Pokémon Go di essere un magnete per poteri demoniaci

Parole piuttosto dure contro il nuovo titolo di Niantic.

Un pastore - durante un programma TV di TrueNews - avrebbe condotto una concitata filippica contro Pokémon Go, sostenendo che questo permetterà ai terroristi di accedere alle nostre informazioni personali.

Rick Wiles, ospite dello show su TrueNews, avrebbe detto in che modo la realtà aumentata stia prendendo di mira le chiese, e soprattutto i Cristiani.

Ha detto: "Questa tecnologia verrà utilizzata dai nemici della croce per trovare, individuare ed uccidere i cristiani", dimenticando che se la gente voleva individuare persone in chiesa, potrebbe farlo più semplicemente utilizzando una mappa.

Oltre a questo, l'uomo religioso ha condannato il gioco definendolo "una calamita per i poteri demoniaci" e che scatena "demoni virtuali, digitali e informatici."

Lasciamo a voi trarre le vostre conclusioni su queste ultime dichiarazioni. È vero che Pokémon Go sta spingendo gli allenatori ad andare in chiesa in quanto è dove sono spesso localizzati i Pokéstops, che i giocatori cercano affinché possano rifornirsi di risorse necessarie per giocare al titolo.

Wiles spaventato si è domandato: "E se questa tecnologia finisse nelle mani dei jihadisti islamici?" Se ciò accadesse, la nostra ipotesi è che la useranno per catturare i Pokemon, ma non potremo mai esserne troppo sicuri.

Pokémon Go

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.