Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
news
Fortnite

Fortnite creato per dare dipendenza, al via una causa legale

Avviata un'azione legale contro Epic Games

Da quando Fortnite è diventato molto popolare, non sono mancate domande su quanto possa essere molto attraente, in particolare per il pubblico più giovane, che giocano ore e ore con questo titolo, sviluppando una vera dipendenza per questo gioco. In queste ore, CBC riferisce che una società di Montreal ha chiesto l'autorizzazione ad avviare una causa legale contro il gioco, concentrandosi sulla sua natura tendente alla dipendenza.

L'avviso è a nome dei genitori di bambini di età compresa tra 10 e 15 anni, e sembra che il gioco abbia effetti simili a quelli della cocaina proprio perché rilascia la stessa quantità di dopamina nel cervello.

"Siamo andati a fondo e ci siamo resi conto che c'era una certa somiglianza", ha dichiarato l'avvocato Calex Légal Alessandra Esposito Chartrand, e la causa sarà avviata contro Epic Games e alla sua filiale canadese.

Chartrand ha anche citato un caso del 2015 secondo cui le compagnie del tabacco non avevano avvertito gli utenti dei pericoli e che questa è la "stessa base giuridica", in particolare quando si tratta del "dovere di informare".

"Epic Games, quando ha creato Fortnite, per anni e anni hanno assunto psicologi: hanno davvero scavato a fondo nel cervello umano e hanno davvero fatto in modo che il gioco creasse quanta più dipendenza possibile", aggiunge.

"Hanno consapevolmente immesso sul mercato un gioco che crea molta dipendenza, che fosse anche orientato ad un pubblico molto giovane".

"Nel nostro caso, i due genitori che si sono fatti avanti e hanno detto, 'Se avessimo saputo che il gioco desse così tanta dipendenza rovinando la vita dei nostri figli, non avremmo mai permesso loro di iniziare a giocare a Fortnite o l'avremmo monitorato molto più da vicino'. "

La notizia subentra a pochi mesi dalla classificazione del game disorder come malattia da parte dell'Organizzazione mondiale della Sanità, qualcosa che il CEO di Sony Kenichiro Yoshida afferma che dovrebbe essere preso sul serio.

Pensi che Fortnite sia progettato per creare dipendenza?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Fortnite

Testi correlati

Caricamento del prossimo contenuto