Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
news

Quantic Dream dovrà risarcire un ex dipendente

L'accusa è di violazione di sicurezza per delle foto pubblicate senza permesso e condivise dai locali dello studio.

Quantic Dream è stato molto impegnato quest'anno in quanto si è preoccupato di pubblicare giochi come Detroit: Become Human ed Heavy Rain su PC, ma ora Mediapart (grazie, PC Gamer riporta che ci sono nuovi aggiornamenti in merito alle accuse di sessismo e comportamento inappropriato da parte dello studio.

Per un caso riguardante immagini "omofobiche, misogine, razziste o profondamente volgari" condivise nello studio, a Quantic Dream è stato imposto di pagare ad un ex responsabile IT € 5000, oltre ad ulteriori € 2000 di spese legali.

Questa decisione non è relativa al contenuto, ma alla violazione della sicurezza derivante dal fatto che le immagini fossero diventate pubbliche dopo la loro condivisione.

Quantic Dream non l'ha descritto come una perdita in quanto tale e aggiunge che non verrà presentato alcun ricorso.

"Il giudice ha respinto tutte le principali richieste dell'ex dipendente, ritenendo molto chiaramente che l'immagine della "Super Nanny" non giustificava la loro richiesta e che non vi era alcun deterioramento delle loro condizioni di lavoro nella società. Il giudice ha inoltre stabilito che la gestione della società ha reagito in modo appropriato, adottando tutte le misure necessarie il giorno dell'incidente in questione, ha dichiarato Quantic Dream su Twitter.

La "richiesta principale" sopra citata si riferisce al desiderio del dipendente di far riclassificare le dimissioni come licenziamento illegale, che gli avrebbe dato un risarcimento supplementare per la disoccupazione.

"L'ex dipendente ha ottenuto un risarcimento di € 5000 (più € 2000 di costi) per un" obbligo di sicurezza ": sebbene queste immagini siano state create al di fuori del normale orario di ufficio e non siano stati presentati reclami, l'azienda avrebbe dovuto anticipare la possibilità che queste suddette immagini potessero sfuggire al controllo, dal momento che sono state create nei locali dell'azienda. "

Inoltre, scopriamo che il dipendente chiederà un giudizio anche su un'altra foto e che si terrà anche un'audizione per la causa dello studio contro Mediapart e Le Monde i prossimi 5 e 6 dicembre.

Ti terremo aggiornato man mano che le cose andranno avanti.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Quantic Dream dovrà risarcire un ex dipendente


Caricamento del prossimo contenuto